Il citoscheletro: ecco come orga…

I movimenti delle protein…

Ecco come il diabete riscrive la…

[caption id="attachme…

[Telethon] Un trucco molecolare …

[caption id="attachment_6…

Studio mette in rilievo affinità…

Chi si somiglia si piglia…

La cultura "di ferro" anti-anemi…

Le ragazze italiane a…

Diabetici: si usano i vermi per …

Un nuovo trattamento co…

Le radici genetiche della schizo…

Un nuovo studio ha consid…

Un nuovo strumento per parlare d…

Bari, 22 novembre 2013 – …

Tumore al seno: cellule staminal…

Uno studio coordinato dal…

Neuroprotesi più accurate e più …

In un nuovo articolo, un …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La melatonina potrebbe abbassare il rischio di contrarre il cancro alla prostata

La melatonina potrebbe abbassare il rischio di cancro alla prostata.


Maggiori livelli di questo ormone coinvolto nel ciclo sonno-veglia, suggeriscono infatti una riduzione del rischio di sviluppare un cancro alla prostata avanzato, secondo i risultati di uno studio presentati durante la AACR-Prostate Cancer Foundation Conference on Advances in Prostate Cancer Research. melatoninaLa melatonina potrebbe giocare un ruolo importante nella regolazione di molti ormoni che influenzano alcuni tipi di cancro, come quello al seno e alla prostata. ”La perdita del sonno e altri fattori possono influenzare la secrezione della melatonina nel sangue, andando a influire negativamente con il ritmo circadiano e aumentando alcuni fattori di rischio per il cancro.

Gli uomini con maggiori livelli di melatonina avevano una probabilita’ del 75 per cento in meno di probabilita’ di sviluppare cancro alla prostata avanzato, rispetto a quelli con livelli piu’ bassi”, ha spiegato Sarah C. Markt, fra gli autori della ricerca.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi