[1° comunicato EASD]Diabete di t…

48° Congresso EASD - Euro…

Novità nell’approccio terapeutic…

In Italia sono attualme…

Il premio Nobel James Watson: "N…

Nel suo studio lo scienzi…

Cancro ai polmoni: verso la tera…

Anche la terapia contro i…

Ossitocina e comportamento sessu…

Le femmine di topo mostra…

Nuove evidenze scientifiche di e…

In occasione del Congress…

Telethon: trovato il gene respon…

[caption id="attachment_1…

Fegato grasso o steatosi epatica…

Roma, 26 nov - Non sempre…

Superager, persone anziane col c…

Nonostante abbiano gia' s…

Ricrescita di cartilagine e osso…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperta strategia per impedire rigetto innesti staminali embrionali

Scoperta una strategia efficace che potrebbe impedire al sistema immunitario umano di respingere gli innesti derivati da cellule staminali embrionali, un problema importante che limita lo sviluppo di terapie con cellule staminali umane.


Lo studio, pubblicato su Cell Stem Cell, e’ stato condotto su speciali topi “umanizzati”, cavie contenenti un sistema immunitario umano funzionale in grado di innescare un vigoroso rigetto immunitario delle cellule estranee derivate dalle staminali embrionali.  Sui topi “umanizzati”, i biologi dell’Universita’ della California hanno testato una varieta’ di molecole capaci di sopprimere le risposte immunitarie ed hanno scoperto una combinazione che protegge perfettamente le cellule derivate dalle staminali embrionali umane dal rigetto immunitario.

La combinazione include il CTLA4-lg, farmaco per il trattamento dell’artrite reumatoide che sopprime le cellule T responsabili del rigetto, e una proteina chiamata PD-L1, nota per essere capace di indurre la tolleranza immunitaria nei tumori.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi