Progetto Carceri: "La Salute non…

Campagna d’Informazione…

Diabete: terapia standard mette …

Un gruppo di ricercatori …

Proteine a colazione è salute

Una colazione con piu' ri…

Schizofrenia: scoperta connessio…

Un team di neuroscienzia…

Omega 3: diminuiscono incidenza …

Il consumo di acidi g…

Malattie Sessualmente Trasmissib…

Secondo una recente indag…

La settimana Mondiale del Cervel…

“Neurologia e donna” uno …

TIMP-1 e cancro colon-rettale: s…

[caption id="attachment_8…

Tumore del fegato: un bersaglio …

Lo studio identifica nell…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Schizofrenia e DNA spazzatura, si sospetta una correlazione

Alcune sequenze di Dna, retrotrasposoni di tipo LINE-1, solitamente ascritte al cosiddetto Dna spazzatura, potrebbero invece giocare un ruolo molto importante nella schizofrenia.


In uno studio pubblicato sulla rivista Neuron, infatti, un team giapponese ha rivelato che questi retrotrasposoni sono abbondanti in modo anomalo nei cervelli degli schizofrenici, che modificano l’espressione di alcuni geni legati alla schizofrenia durante lo sviluppo del cervello e che potrebbero essere una elle cause di questa patologia.  I retrotrasposoni di tipo LINE (Long Interspersed Nuclear Elements) costituiscono gran parte del genoma eucariota e si crede che possano essere coinvolti in un gran numero di disordini e malattie come il cancro.

Il team della University of Tokyo ha dimostrato che in cervelli post-mortem di pazienti con schizofrenia era particolarmente elevato il numero di copie di LINE-1. Inoltre, sfruttando modelli animali gli scienziati hanno dimostrato che l’esposizione a fattori di rischio ambientali e genetici per la schizofrenia puo’ condurre a un aumento dei LINE-1 nei neuroni.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi