Nobel per la medicina: assegnato…

Nobel per la Medicina a t…

Monito OMS all’Europa: entro il …

Ad Antalya, Turchia, si c…

Epatite C: Min. Salute intende c…

Con un emendamento alla L…

FOFI e ALLIANCE HEALTHCARE ITALI…

 Altre 14 farmacie d’emer…

Padova: selezione spermatozoi pe…

Un bimbo e' gia' nato e u…

Probiotici ‘amici del cuore’ aiu…

Studi clinici illustrati …

"Faccia da Toast" - Un laborator…

26 settembre 2014 ore 13,…

Tumori: il Veneto prima regione …

Per scoprire un tumor…

La vitamina C efficace se si ass…

[caption id="attachment_1…

Da scarti di pomodori e spremitu…

Nei rifiuti non sono cont…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Schizofrenia e DNA spazzatura, si sospetta una correlazione

Alcune sequenze di Dna, retrotrasposoni di tipo LINE-1, solitamente ascritte al cosiddetto Dna spazzatura, potrebbero invece giocare un ruolo molto importante nella schizofrenia.


In uno studio pubblicato sulla rivista Neuron, infatti, un team giapponese ha rivelato che questi retrotrasposoni sono abbondanti in modo anomalo nei cervelli degli schizofrenici, che modificano l’espressione di alcuni geni legati alla schizofrenia durante lo sviluppo del cervello e che potrebbero essere una elle cause di questa patologia.  I retrotrasposoni di tipo LINE (Long Interspersed Nuclear Elements) costituiscono gran parte del genoma eucariota e si crede che possano essere coinvolti in un gran numero di disordini e malattie come il cancro.

Il team della University of Tokyo ha dimostrato che in cervelli post-mortem di pazienti con schizofrenia era particolarmente elevato il numero di copie di LINE-1. Inoltre, sfruttando modelli animali gli scienziati hanno dimostrato che l’esposizione a fattori di rischio ambientali e genetici per la schizofrenia puo’ condurre a un aumento dei LINE-1 nei neuroni.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!