Dalla cataratta al glaucoma: Mil…

Glaucoma e diabete so…

Mal di schiena: ereditario nel 5…

Un 'fardello' che, in cir…

L'impatto dell'epigenetica sui d…

Le malattie neuropsichiat…

Cellule staminali: subìto il dan…

Un nuovo studio della Joh…

AIDS: un antibiotico insieme a a…

[caption id="attachment_6…

Procreazione assistita: autorizz…

[caption id="attachment_5…

iHealth: squadra al servizio del…

iHealth, l’avveniristica …

Mammografie: esperti riscontrano…

Fino a un quarto dei casi…

CNR: Studi ad alta quota per meg…

Verificare l'ipotesi seco…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sindrome metabolica: la prevenzione inizia da giovani con una buona colazione

L’abitudine di fare una colazione troppo povera durante l’adolescenza aumenta il rischio (piu’ del 68 per cento) di sviluppare sindrome metabolica in eta’ adulta, secondo un nuovo studio dell’Universita’ di Umea pubblicato su Public Health Nutrition.


La ricerca rivela che i teenager che mangiano male a colazione hanno una maggiore incidenza di sindrome metabolica ventisette anni piu’ tardi rispetto a chi fa colazioni piu’ sostanziose e nutrienti. Per sindrome metabolica si intendono numerosi fattori collegati ad un incremento del pericolo di soffrire di disturbi cardiovascolari, inclusi obesita’ addominale, elevati livelli di trigliceridi nocivi, bassi livelli di HDL, alta pressione sanguigna ed elevati livelli di glucosio nel sangue a digiuno.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi