Leucemia: un nuovo metodo per te…

Messo a punto nuovo metod…

Reni a forma di mela funzionano …

E' noto che le person…

Premio Nobel per la Chimica 2016…

Il riconoscimento ai tre …

'Attenti alle bufale', il nuovo …

[ADUC]'Attenti alle bufal…

I Mondiali di calcio in Brasile:…

Oggi pomeriggio tutti dav…

Cartilagini riparate con l'uso d…

E' possibile rigenerare l…

Disabilità intellettiva: CNR e T…

Chiarito per la prima vol…

Urologi in allarme per l'uso del…

[caption id="attachme…

H1N1: la ricerca verso nuove dir…

Secondo due nuovi stu…

Cellule staminali contro danni c…

Agiscono come un mini 'ki…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tolleranza alla morfina: nuovo potenziale bersaglio

Identificata una potenziale strategia che in futuro potrebbe aiutare a inibire lo sviluppo della tolleranza agli oppioidi nei pazienti sotto trattamento per il dolore cronico.


La scoperta e’ di un nuovo studio condotto da Yuan-Xiang Tao della Rutgers State University of New Jersey che ha dimostrato che la tolleranza alla morfina e l’ipersensibilita’ al dolore sono associate all’attivazione in eccesso della proteina mTOR. Dai test effettuati sui modelli animali esposti agli oppioidi e’ emerso che la mTOR appare espressa a livelli significativamente elevati nei neuroni del corno dorsale.  Area in cui si pensa abbiano origine la desensibilizzazione e l’iperalgesia agli oppioidi. Conseguenze che sono state bloccate nei topi esposti a iniezioni croniche di morfina attraverso la somministrazione di rapamicina, farmaco che e’ riuscito ad inibire la tolleranza all’oppioide.

I risultati candidano la mTOR come promettente specifico bersaglio contro l’assuefazione dalle terapie contro il dolore cronico. La ricerca e’ stata pubblicata sul ‘Journal of Clinical Investigation’.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi