Obesità: ricercatori usano la te…

Le persone fanno attività…

Parto naturale stimola nella don…

Il parto naturale, a diff…

Depressione: sviluppato uno spra…

Un gruppo di ricercatori …

Malattie gastroenterologiche: l'…

L'estate e' la stagione p…

Chemioterapia: presto un gelato …

Un gelato amico dei malat…

Scoperto il recettore che 'frena…

Studio della Statale di M…

Trattamento del pene curvo con c…

FIRENZE, 2017 – Sono stat…

#Coronavirus: le frequenti mutaz…

Il coronavirus subisce mu…

AIDS: creato un modello di virus…

Il virus dell'Hiv causa l…

Medicinali online: commissione U…

I cittadini europei acqui…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tolleranza alla morfina: nuovo potenziale bersaglio

Identificata una potenziale strategia che in futuro potrebbe aiutare a inibire lo sviluppo della tolleranza agli oppioidi nei pazienti sotto trattamento per il dolore cronico.


La scoperta e’ di un nuovo studio condotto da Yuan-Xiang Tao della Rutgers State University of New Jersey che ha dimostrato che la tolleranza alla morfina e l’ipersensibilita’ al dolore sono associate all’attivazione in eccesso della proteina mTOR. Dai test effettuati sui modelli animali esposti agli oppioidi e’ emerso che la mTOR appare espressa a livelli significativamente elevati nei neuroni del corno dorsale.  Area in cui si pensa abbiano origine la desensibilizzazione e l’iperalgesia agli oppioidi. Conseguenze che sono state bloccate nei topi esposti a iniezioni croniche di morfina attraverso la somministrazione di rapamicina, farmaco che e’ riuscito ad inibire la tolleranza all’oppioide.

I risultati candidano la mTOR come promettente specifico bersaglio contro l’assuefazione dalle terapie contro il dolore cronico. La ricerca e’ stata pubblicata sul ‘Journal of Clinical Investigation’.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x