Nuova analisi dell’Economist Int…

- Gli esperti raccomand…

Fecondazione assistita: “Serve n…

L’appello della SIFES dal…

Scoperto un virus che mangia..vi…

Grazie alla sua azione a …

Nelle insuline ‘con il cervello’…

Le ultime ricerche vann…

I geni che programmano i comport…

Una ricerca ha individuat…

Nuova tecnica di screening dell'…

[caption id="attachme…

Leucemia Mieloide Cronica: molec…

[caption id="attachment_1…

Pacemaker wireless: prove tecnic…

Un gruppo di scienziati d…

Tessuto del fegato ottenuto "sta…

Si avvicina la produ…

Autismo e smog: studiato il ness…

Le donne esposte ad alti …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Apnea ostruttiva notturna: più frequente nei malati di sclerosi multipla

Un nuovo studio statunitense ha dimostrato che l’apnea ostruttiva notturna e’ molto diffusa tra le persone affette da sclerosi multipla, ipotizzando che il disturbo respiratorio possa essere uno dei fattori che scatenano il senso di affaticamento, tra i sintomi piu’ comuni e debilitanti della malattia autoimmune.


La ricerca e’ stata condotta dal Multiple Sclerosis and Sleep Disorders Centers della University of Michigan e pubblicata nei dettagli sul Journal of Clinical Sleep Medicine.sleep_apnea “L’apnea ostruttiva del sonno e’ una malattia cronica che puo’ avere un impatto distruttivo sulla salute e la vita in generale di ogni paziente”, hanno spiegato gli autori. “Le persone con sclerosi multipla che si trovano ad avere un alto rischio di Osa (obstructive sleep apnea) subiscono un impatto ulteriore – l’aumento dell’affaticamento – e devono essere indirizzate dai medici verso una valutazione specialistica della qualita’ del loro sonno”, ha concluso.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!