Oltre allo yogurt, un formaggio …

[caption id="attachment_7…

Difetto genetico alla base dell'…

[caption id="attachment_6…

Cellule intestinali trasformate …

"Spegnendo" un singolo ge…

Oncologia medica: arriva carta e…

Un documento per garantir…

MELE: ”Vogliamo che le nostre in…

LA FEDERAZIONE ITALIA…

Epatite C: incontro AIFA GILEAD …

Prosegue anche nel mese d…

Gli igienisti danno voce a nuovi…

Nuove strategie vaccinali…

Ictus e Fibrillazione Atriale: “…

Ritorna, per il quarto an…

Pediatria, manovra-Monti, ENPAM:…

La FIMP, il Sindacato i…

Tumori al seno: test genetico, t…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Apnea ostruttiva notturna: più frequente nei malati di sclerosi multipla

Un nuovo studio statunitense ha dimostrato che l’apnea ostruttiva notturna e’ molto diffusa tra le persone affette da sclerosi multipla, ipotizzando che il disturbo respiratorio possa essere uno dei fattori che scatenano il senso di affaticamento, tra i sintomi piu’ comuni e debilitanti della malattia autoimmune.


La ricerca e’ stata condotta dal Multiple Sclerosis and Sleep Disorders Centers della University of Michigan e pubblicata nei dettagli sul Journal of Clinical Sleep Medicine.sleep_apnea “L’apnea ostruttiva del sonno e’ una malattia cronica che puo’ avere un impatto distruttivo sulla salute e la vita in generale di ogni paziente”, hanno spiegato gli autori. “Le persone con sclerosi multipla che si trovano ad avere un alto rischio di Osa (obstructive sleep apnea) subiscono un impatto ulteriore – l’aumento dell’affaticamento – e devono essere indirizzate dai medici verso una valutazione specialistica della qualita’ del loro sonno”, ha concluso.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi