SLA: carotenoidi utili nella pre…

Una nuova ricerca suggeri…

Ciglia artificiali, sensori per …

Finanziato nell’ambito de…

Cancro: presentato al British Sc…

Cancro, potrebbe essere u…

LA CONSULTA SUL TABAGISMO FESTEG…

Roma - Il 10 gennaio 2005…

Le Società scientifiche della di…

TANTE LE CRITICITÀ E LE C…

Alzheimer: tre nuovi biomarker p…

Per la malattia di Alzhei…

Nevralgie del trigemino al Forla…

[caption id="attachment_1…

Lo sport migliora la potenza e l…

L'esercizio fisico contra…

L'uomo, la fertilità, ed il suo …

Anche gli uomini hanno un…

Fibrosi cistica: tessuto polmona…

Un tessuto polmonare colt…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vaccino anti-HPV non legittima i rapporti a rischio

Aver ricevuto il vaccino contro il papilloma virus umano (Hpv) non induce ad avere comportamenti sessuali piu’ rischiosi.


Sono questi i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics da parte di un gruppo di scienziati del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center.
Gli scienziati hanno coinvolto nello studio ragazze e giovani donne con e senza esperienze sessuali di eta’ compresa fra 13 e 21 anni. Piu’ di 300 di queste volontarie hanno completato un questionario sulla loro vita sessuale immediatamente dopo aver ricevuto il vaccino e la maggior parte di loro si sono poi sottoposte a un ulteriore sondaggio a distanza di due e sei mesi. I risultati hanno mostrato che, a prescindere dalle informazioni di cui le ragazze erano in possesso circa il vaccino, i comportamenti sessuali tenuti nell’arco di sei mesi dopo non erano legati al fatto che avessero ricevuto il vaccino.

Ad esempio, non dipendevano dal fatto che una ragazza pensasse o meno che il vaccino diminuisse il rischio di infezioni sessualmente trasmissibili diverse dall’Hpv.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi