Nuovi biomarcatori per una diagn…

[caption id="attachment_7…

L’Azienda Ospedaliera San Camill…

Roma, 9 settembre 2010 – …

Test italiano per predire Alzhei…

C4D, un semplice esame di…

Emergenza Ebola, la gestione dei…

i pediatri di sitip e sip…

Influenza in arrivo: da Riga l’O…

Influenza in arrivo: da R…

Everest chiama Milano - Breathin…

Parte da Milano un proget…

NEXUS 2010: uniti contro il dist…

L’edizione 2010 del Nexus…

Tumore alla prostata: a Saviglia…

[caption id="attachment_6…

Neuroprotesi: controllare gli ar…

Le interfacce cervello-ma…

Killer whales in Antarctic water…

NOAA's Fisheries Serv…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Video-pillola per scandagliare l’intestino

Una piccola videocamera a forma di pillola in grado d’inviare immagini dall'”interno” del corpo umano.


La Food and Drug Administration ha approvato questa piccola telecamera capace di navigare nell’intestino dei pazienti che non possono ricevere una colonoscopia completa. La ‘pillola’ reca una micro-telecamera a entrambe le sue estremita’ e puo’ muoversi nell’intestino per circa otto ore inviando immagini ad alta velocita’.
videocapsule

videocapsule

PillCam e’ stato realizzato dalla societa’ israeliana Given Imagini.
Approssimativamente, nei soli Stati Uniti circa 750mila colonoscopie sono effettuate ogni anno in modo incompleto. Lo strumento realizzato potra’ essere utilizzato in tandem con la colonoscopia, e non come alternativa, soprattutto per il fatto che le immagini che e’ in grado di inviare non sono di alta qualita’.

Un vantaggio, pero’, e’ rappresentato dai costi: la camera costa circa 500 dollari, contro una ordinaria colonoscopia che puo’ costare anche migliaia di dollari. L’uso di PillCam e’ stato gia’ approvato anche in altri 80 Paesi, oltre agli Usa.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x