Distrofia e cancro hanno in comu…

[caption id="attachment_5…

Ulcere cutanee gravi: troppo car…

In Italia 2 milioni di pe…

Antibiotici ad ampio spettro: mi…

Un nuovo studio svela…

Melanomi: un raggio laser per lo…

[caption id="attachment_6…

Una donna su dieci ha un grave s…

Alla Mangiagalli sviluppa…

Ebola: concreto il legame tra vi…

L'epidemia del virus Ebol…

Estrogeni: possono suscitare rea…

Le donne sono piu' a risc…

Test del sangue per individuare …

Un nuovo test è in grado …

“Focus On” sul Rene Policistico.…

La malattia colpisce 60.0…

Cancro al seno: mutazione geneti…

La resistenza a un farmac…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vitamina D, la carenza può compromettere il sistema immunitario

Secondo uno studio che compare sulla rivista Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, un deficit di vitamina D potrebbe compromettere la funzione immunitaria.


La ricerca condotta da Mary Ward e colleghi della University of Ulster di Coleraine, Regno Unito, ha mostrato che gli individui piu’ anziani con deficit di vitamina D tendono ad avere una funzione immunitaria compromessa.  I dati, a quanto sostengono i ricercatori, suggeriscono che la vitamina D potrebbe svolgere un ruolo nel mantenimento della salute del sistema immunitario, oltre che di quello scheletrico. Si tratta del primo studio che trova una connessione fra i livelli di vitamina D e i processi infiammativi i un grande campione di individui anziani.

La ricerca ha coinvolto 957 adulti irlandesi di almeno 60 anni; i partecipanti che avevano livelli di vitamina D piu’ bassi avevano maggiori probabilita’ di avere biomarcatori di infiammazione nel sangue, che sono legati a malattie cardiovascolari o a condizioni come artrite reumatoide o sclerosi multipla.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x