Stati di stress da non sottovalu…

Lo stress non è da so…

Cellule staminali (metodo "Dolly…

Importante successo per…

Schizofrenia: identificata una r…

Un nuovo studio della Joh…

Antiepilettici in gravidanza, pi…

I farmaci antiepilettic…

Alzheimer: da una nuova scoperta…

La scoperta di una nuova…

La pillola dei 5 giorni dopo dal…

Dal 2015 il farmaco potre…

Sui quotidiani la pubblicità di …

Roma, 24 maggio 2013 - “E…

Ginecomastia in aumento tra gli …

Sempre più uomini vanno d…

Il mondo 'maschilista' delle dro…

[caption id="attachment_3…

Ricreate condizioni perfette per…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vitamina D, la carenza può compromettere il sistema immunitario

Secondo uno studio che compare sulla rivista Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, un deficit di vitamina D potrebbe compromettere la funzione immunitaria.


La ricerca condotta da Mary Ward e colleghi della University of Ulster di Coleraine, Regno Unito, ha mostrato che gli individui piu’ anziani con deficit di vitamina D tendono ad avere una funzione immunitaria compromessa.  I dati, a quanto sostengono i ricercatori, suggeriscono che la vitamina D potrebbe svolgere un ruolo nel mantenimento della salute del sistema immunitario, oltre che di quello scheletrico. Si tratta del primo studio che trova una connessione fra i livelli di vitamina D e i processi infiammativi i un grande campione di individui anziani.

La ricerca ha coinvolto 957 adulti irlandesi di almeno 60 anni; i partecipanti che avevano livelli di vitamina D piu’ bassi avevano maggiori probabilita’ di avere biomarcatori di infiammazione nel sangue, che sono legati a malattie cardiovascolari o a condizioni come artrite reumatoide o sclerosi multipla.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!