La pillola dei 5 giorni dopo dal…

Dal 2015 il farmaco potre…

Caldo: dall'Euterococco alla zuc…

Estate è sinonimo di ma…

Schizofrenia: studiato un possib…

Nel corso della ricerca s…

Chirurgia toracica video-assisti…

Presso il Centro Congre…

NATURE NEUROSCIENCE: Identificat…

Si aggiunge un tassello a…

Curcuma: studio sul potere rigen…

La nota spezia, già ogget…

Dal veleno di scorpioni, serpent…

Le loro tossine possono e…

Diabete: prevenirlo con i "batte…

I batteri intestinali, o …

Terapie oncologiche a misura di …

Un malato di cancro su 3 …

Ictus: alti livelli di tungsteno…

Nuove ricerche rivelano c…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Leucemia Linfoblastica Acuta: scoperto meccanismo di resistenza a trattamenti farmacologici

Uno studio pubblicato su ‘Nature Genetics’ svela un meccanismo di resistenza di tipo epigenetico alla terapia mirata contro le cellule T della leucemia linfoblastica acuta.


La ricerca mette in evidenza che la resistenza ai farmaci, in questa patologia, potrebbe essere superata andando a incidere sui regolatori epigenetici.
Michelle Kelliher, Bradley Bernstein e colleghi del Massachusetts General Hospital hanno isolato le cellule T della leucemia linfoblastica acuta che resistevano ai farmaci inibitori della gamma-secretasi. vaccino_leucemiaIn seguito gli scienziati hanno identificato i geni necessari alla sopravvivenza delle cellule leucemiche resistenti ai farmaci e hanno scoperto che una piccola molecola (JQ1), che ha il ruolo di inibitore del gene regolatore BRD4, riusciva a indurre la morte in queste cellule. Questo studio, secondo i ricercatori, suggerisce che la resistenza ai farmaci delle cellule T della leucemia linfoblastica acuta puo’ essere superata con prodotti farmaceutici che abbiano come target i regolatori epigenetici.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!