Studio CNR sulla vita del cervel…

Una moderata riduzione d…

Una semplice equazione per valut…

Una semplice equazione po…

Morbo di Batten, malattia (sempr…

[caption id="attachment_1…

Futuri neopadri: rilevati cambia…

Non hanno le nausee mattu…

Le difese arrivano anche dal feg…

[caption id="attachment_8…

Prezzo basso per il sequenziamen…

[caption id="attachme…

Doppia vita di una proteina tras…

Scoperta una proteina che…

Fare rete per fare innovazione n…

Giovedì 22 settembre, per…

Fecondazione: in Italia ancora n…

Per la cura della sterili…

Tumori: il fattore di crescita e…

La scarsa risposta al tra…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: una variante genetica accelera l’insorgenza nelle donne

I portatori di una copia di una variante genetica chiamata ApoE4 potrebbero avere un rischio sostanzialmente maggiore di ammalarsi di Alzheimer, se sono donne.


A rivelarlo, un nuovo studio dello Stanford University Medical Center pubblicato sulla rivista ‘Annals of Neurology’.
Gli scienziati sono arrivati a questa scoperta analizzando i dati relativi a un ampio numero di individui anziani che sono stati seguiti nel tempo monitorando il passaggio progressivo dalla buona salute al lieve declino cognitivo, da cui sono poi passati a sviluppare l’Alzheimer entro pochi anni, oppure all’Alzheimer stesso.proteine-alzheimer I risultati dell’indagine hanno mostrato che essere portatori della variante ApoE4 aumenta la probabilita’ di ammalarsi di Alzheimer ma se questo rischio era solo marginale per gli uomini, per le donne l’incremento era di circa il 100 per cento, raddoppiando la probabilita’ di passare dal lieve declino cognitivo alla malattia di Alzheimer.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x