AL POLICLINICO DI BARI LA PROSTA…

Grazie al laser centinaia…

Medulloblastoma: nuove speranze …

[caption id="attachment…

Il cromosoma Y, quello che possi…

[caption id="attachment_1…

Dopo l'infarto: la mancata riabi…

[caption id="attachment_1…

Tumori: inaspettate benefiche pr…

Il mondo vegetale riserva…

Tumori: una proteina correlata a…

La mancanza della protein…

Ecco come il nostro cervello sin…

Onde cerebrali «sincroniz…

Poliomelite: la SIPPS invita a n…

Per la Società Italiana d…

Beneficenza in Italia: ultima tr…

Arriva in Italia il model…

Cardiologia: con uno scanner si …

Un nuovo test diagnostico…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Benzodiazepine per gli anziani possono far insorgere seri disturbi respiratori

Le benzodiazepine aumentano significativamente il rischio di insorgenza di seri problemi respiratori se assunte da pazienti anziani affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), secondo un nuovo studio condotto da Nicholas Vozoris, pneumologo del St. Michael’s Hospital, in Canada, pubblicato sull’European Respiratory Journal.


Precedenti indagini promosse dal ricercatore sulla popolazione di anziani canadesi hanno dimostrato che circa il trenta per cento dei pazienti over 65 con BPCO riceve una prescrizione di benzodiazepine.   Il rischio di subire un peggioramento dei sintomi respiratori, evidenzia lo studio, aumenta del 45 per cento mentre il pericolo di correre d’urgenza al pronto soccorso del 92 per cento tra gli anziani in cura con gli psicofarmaci comunemente prescritti per problemi di insonnia, panico e ansia.

I risultati sono rimasti coerenti anche dopo aver tenuto conto della gravita’ individuale della malattia tra i singoli partecipanti.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi