Cancro: identificata molecola ch…

Identificata una molecola…

Cellule staminali prelevate dal …

Cellule staminali pre…

Le lesioni parziali del midollo:…

Imparare a controllare i …

Nati pretermine: la sopravvivenz…

I risultato di uno studio…

Autismo: il deficit che si può r…

E' possibile rilevare i d…

Alzheimer e cancro: non si svilu…

[caption id="attachment_5…

Sclerosi Multipla: in crescita i…

Nel mondo 2,3 milioni di …

Presentati a Camposampiero due i…

[caption id="attachment_3…

Dal rene portatile a staminali s…

[caption id="attachment_1…

Tumori alla prostata: meno incid…

Il tumore della prostata …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Benzodiazepine per gli anziani possono far insorgere seri disturbi respiratori

Le benzodiazepine aumentano significativamente il rischio di insorgenza di seri problemi respiratori se assunte da pazienti anziani affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), secondo un nuovo studio condotto da Nicholas Vozoris, pneumologo del St. Michael’s Hospital, in Canada, pubblicato sull’European Respiratory Journal.


Precedenti indagini promosse dal ricercatore sulla popolazione di anziani canadesi hanno dimostrato che circa il trenta per cento dei pazienti over 65 con BPCO riceve una prescrizione di benzodiazepine.   Il rischio di subire un peggioramento dei sintomi respiratori, evidenzia lo studio, aumenta del 45 per cento mentre il pericolo di correre d’urgenza al pronto soccorso del 92 per cento tra gli anziani in cura con gli psicofarmaci comunemente prescritti per problemi di insonnia, panico e ansia.

I risultati sono rimasti coerenti anche dopo aver tenuto conto della gravita’ individuale della malattia tra i singoli partecipanti.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi