Ictus ischemico a tre anni: inte…

A tre anni e mezzo e' st…

Le cellule "assassine" che posso…

Grazie a una nuova ricerc…

Fibrillazione atriale: in aument…

Domani si celebra la terz…

Fratture vertebrali oncologiche:…

[caption id="attachment_7…

Tumore al seno e dissezione asce…

Uno studio italiano esclu…

DNA in laboratorio, senza enzimi…

Creata in laboratorio l…

Cardiopatia, la lotta e le placc…

Alcuni ricercatori in Eur…

Create cellule "difesa" contro A…

Una ricerca dell'Istituto…

Vivere 'da faraoni' dopo una rec…

Roma, 18 nov - Gia' le mu…

Ridurre il peso della burocrazia…

Roma, 12 maggio 2015 - “S…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Iperattività e sonno incostante compromettono la vita sessuale in giovane età

I ragazzi non dovrebbero mai essere rimproverati perche’ dormono troppo, sostiene un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science, secondo cui le lunghe dormite sono fondamentali per lo sviluppo corretto del cervello, incluse le capacita’ di accoppiamento future.


La scoperta e’ emersa dall’osservazione delle conseguenze di diversi cicli di sonno sui moscerini della frutta in differenti fasi della vita. – La segnalazione della dopamina e’ meno attiva nei giovani organismi, caratteristica che induce una regione del cervello che promuove il sonno – il corpo dorsale a ventaglio – all’iperattivita’.  L’iperattivizzazione dello stesso corpo nei moscerini piu’ adulti – caratterizzati da modelli di sonno dalla durata inferiore – aumenta il tempo dedicato ai “pisolini”.

I diversi esperimenti effettuati hanno dimostrato che le giovanissime mosche che sono state impossibilitate a dormire un numero abbondante di ore, attraverso l’eccitazione della segnalazione della dopamina, hanno sviluppato difficolta’ nelle attivita’ di corteggiamento e accoppiamento da adulte. La ricerca e’ stata condotta dalla Perelman School of Medicine (University of Pennsylvania). .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi