Al CNR arrivano i farmaci intell…

I farmaci 'intelligenti' …

La diagnosi prenatale non-invasi…

A WORKFLOW FOR THE ISOLAT…

Parkinson: individuata una nuova…

Una nuova forma del morbo…

Mese dell’Ortopedia e della Trau…

Cosa fare in caso di trau…

[Assobiotec]Test del Meyer per i…

È veloce, poco costoso e …

Nessun legame tra tumori e caffe…

[caption id="attachment_8…

AIDS: con antiretrovirali assunt…

Secondo lo studio, dunque…

Le capacita' e strategie del pri…

[caption id="attachment_6…

Cellule adulte con caratteristic…

I ricercatori del Diparti…

Depressione: trovato legame con …

La depressione e' legata …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Caffè epato-protettore: protegge dalla cirrosi

Un recente studio condotto da ricercatori di Singapore ha mostrato che il consumo di caffe’ puo’ ridurre il rischio di cirrosi epatica.


Gli scienziati della Duke-NUS Graduate Medical School Singapore e della National University of Singapore hanno infatti dimostrato che bere due o piu’ tazze di caffe’ al giorno puo’ aiutare a ridurre il rischio di morte per questo problema di salute di oltre il 65 per cento.coffee-cup Gli studiosi hanno coinvolto nella ricerca 63.275 volontari cinesi con eta’ compresa fra 45 e 74 anni che vivevano a Singapore. A tutti i soggetti sono state chieste informazioni circa le proprie abitudini alimentari, stili di vita e storia medica generale. Inoltre, sono state effettuate interviste fra il 1993 e il 1998; i pazienti sono stati complessivamente seguiti per una media di 15 anni.

Il 24 per cento dei partecipanti e’ morto per cirrosi epatica all’eta’ media di 67 anni. Chi assumeva almeno 20 grammi di etanolo al giorno aveva un rischio di mortalita’ per cirrosi piu’ elevato rispetto ai non bevitori; quelli che prendevano caffe’ avevano un minor rischio di morte per epatite non virale legata a cirrosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi