Melanoma: l'oncologo Ascierto in…

L'immunoterapia puo' rapp…

SIPPS: “Regaliamo Futuro” presen…

Roma – Dalla creativi…

Ormone 'dimagrante' risiede nel …

Il cuore è il primo musco…

Influenza: scoperta una sconosci…

Scoperto un inedito mecca…

Sclerosi Multipla: sono 70 mila …

Sono in arrivo due nuove …

Chemioterapia: impianti al palla…

Impianti metallici che p…

Fecondazione assistita: prima do…

Nel Regno Unito e' stata …

Asma: arriva dallo zenzero un ai…

Lo zenzero potrebbe aiu…

Tumore alla prostata: nuovi stud…

[caption id="attachment_1…

Post-infarto: funzionano le stam…

La ricerca dovrà trovare …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ipertensione: il protocollo farmacologico non è sempre rispettato dai pazienti in cura

Un paziente su quattro non assume correttamente i farmaci anti-ipertensione, esponendosi a un alto rischio di ictus e infarto.


A rivelarlo uno studio pubblicato sulla rivista ‘Heart’ e curato da un gruppo di scienziati degli University Hospitals of Leicester NHS Trust e della University of Leicester nel Regno Unito.  Gli scienziati hanno analizzato i campioni di urine di 208 pazienti con pressione alta testandoli alla ricerca dei piu’ comuni farmaci ipertensivi.

Complessivamente, il 25 per cento dei pazienti non prendeva il farmaco in modo corretto (di rado o per niente per lunghi perdiodi), il 10 per cento non lo prendeva sistematicamente e il 15 lo aveva assunto correttamente solo per un breve periodo di tempo. Gli scienziati hanno anche scoperto che, nella maggior parte dei casi, i pazienti tendevano a non assumere farmaci per il controllo della pressione sanguigna perche’ l’ipertensione e’ un tipo di malattia che spesso non si manifesta con sintomi evidenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi