"Tintarella naturale" con frutta…

Ciò che mangi ti si legge…

Alzheimer: lunghe dormite per ri…

Dormire di piu' riduce le…

Associazione HERA: nessun vuoto …

Associazione Hera: l’ille…

Nuovo metodo per monitorare trap…

[caption id="attachment_7…

Traguardo per la chirurgia oftal…

L’impianto in cifre: …

L'identikit genetico del gliobla…

[caption id="attachme…

Monza doppio trapianto arti: usa…

[caption id="attachment_9…

[Corriere.it] Vaccino anti-HPV: …

[caption id="attachment_5…

L'importanza di ogni singolo neu…

[caption id="attachment_7…

Agosto è il mese delle malattie …

Tubercolosi, West Nil…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ipertensione: il protocollo farmacologico non è sempre rispettato dai pazienti in cura

Un paziente su quattro non assume correttamente i farmaci anti-ipertensione, esponendosi a un alto rischio di ictus e infarto.


A rivelarlo uno studio pubblicato sulla rivista ‘Heart’ e curato da un gruppo di scienziati degli University Hospitals of Leicester NHS Trust e della University of Leicester nel Regno Unito.  Gli scienziati hanno analizzato i campioni di urine di 208 pazienti con pressione alta testandoli alla ricerca dei piu’ comuni farmaci ipertensivi.

Complessivamente, il 25 per cento dei pazienti non prendeva il farmaco in modo corretto (di rado o per niente per lunghi perdiodi), il 10 per cento non lo prendeva sistematicamente e il 15 lo aveva assunto correttamente solo per un breve periodo di tempo. Gli scienziati hanno anche scoperto che, nella maggior parte dei casi, i pazienti tendevano a non assumere farmaci per il controllo della pressione sanguigna perche’ l’ipertensione e’ un tipo di malattia che spesso non si manifesta con sintomi evidenti.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x