Neuromodulazione, trattamento ch…

36° CONGRESSO NAZIONALE L…

Tumori: isolata proteina presunt…

Un gruppo di ricercatori …

L’equivalenza terapeutica tra or…

L’AIFA ha chiarito al di …

Scienziati polacchi presentano i…

[caption id="attachment_1…

Cellule staminali: il turismo sp…

Il primo caso di presunt…

Scienziati ottengono precursori …

Partendo da cellule stami…

Il DNA potrebbe essere prova 'vu…

[caption id="attachment_1…

La carenza di zinco può determin…

Un nuovo studio suggerisc…

Sangue infetto: FedEmo chiede a …

Sangue infetto: FedEmo ch…

LA STOCCATA VINCENTE ALL’ICTUS

LA CAMPIONESSA OLIMPICA V…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ipertensione: il protocollo farmacologico non è sempre rispettato dai pazienti in cura

Un paziente su quattro non assume correttamente i farmaci anti-ipertensione, esponendosi a un alto rischio di ictus e infarto.


A rivelarlo uno studio pubblicato sulla rivista ‘Heart’ e curato da un gruppo di scienziati degli University Hospitals of Leicester NHS Trust e della University of Leicester nel Regno Unito.  Gli scienziati hanno analizzato i campioni di urine di 208 pazienti con pressione alta testandoli alla ricerca dei piu’ comuni farmaci ipertensivi.

Complessivamente, il 25 per cento dei pazienti non prendeva il farmaco in modo corretto (di rado o per niente per lunghi perdiodi), il 10 per cento non lo prendeva sistematicamente e il 15 lo aveva assunto correttamente solo per un breve periodo di tempo. Gli scienziati hanno anche scoperto che, nella maggior parte dei casi, i pazienti tendevano a non assumere farmaci per il controllo della pressione sanguigna perche’ l’ipertensione e’ un tipo di malattia che spesso non si manifesta con sintomi evidenti.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi