Chemioterapia: il successo del t…

Studio italiano pubblicat…

Rosetta Genomics e Axa Diagnosti…

[caption id="attachment_2…

Celiachia, passa dalla risposta …

E' il primo studio a iden…

Ricrescita bulbi piliferi grazie…

Far ricrescere i capelli …

Promettenti le cellule nervose a…

[caption id="attachme…

Trapianto pediatrico di intestin…

[caption id="attachment_8…

Pandemia, via aerea è una realtà…

Uno studio computazionale…

In GB evitata amputazione di art…

Medicina rigenerativa? Ge…

Sigarette elettroniche: sicurame…

Le sigarette elettroniche…

SIPPS: L’epidemia di paralisi fl…

La Società Italiana di Pe…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Mielina: nuovo studio rileva come gli assoni dei neuroni murini non sono uniformemente ricoperti come sempre creduto

La scienza ha sinora ipotizzato che la mielina – il rivestimento della membrana cellulare che avvolge l’assone di un neurone – e’ distribuita in modo uniforme lungo tutta la lunghezza degli assoni.


Ma un nuovo studio condotto da Giulio Srubek Tomassy (Harvard University) ha dimostrato che molti neuroni nella corteccia cerebrale del cervello di topo contengono tratti che non sono affatto “mielinizzati”. Scoperta che offre un quadro piu’ dettagliato della “mielinizzazione” nel cervello dei mammiferi.  La presenza di questi segmenti non mielinizzati potrebbe essersi evoluta come strategia per permettere forme di comunicazione piu’ complesse attraverso gli strati corticali del cervello o per aumentare la velocita’ di trasferimento dei segnali. I ricercatori hanno utilizzato la microscopia elettronica per creare mappe mieliniche ad alta risoluzione dei neuroni piramidali che si estendono attraverso i sei strati della corteccia cerebrale di un topo. Le mappe hanno “smascherato” segmenti di assoni non mielinizzati, alcuni lunghi fino a ottanta micrometri.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!