Il concetto di 'mancino' parte d…

[caption id="attachment_7…

FDA pone il suo OK sul test rapi…

La Food and drug administ…

Ictus e Fibrillazione Atriale: “…

Ritorna, per il quarto an…

Battezzato Foxl2, il gene dell'i…

[caption id="attachment_7…

Alzheimer: ricerche portano scie…

Alcuni ricercatori riteng…

Fecondazione assistita: ultima t…

[caption id="attachment_3…

Cancro al pancreas: vecchi farma…

Un farmaco impiegato per …

Osteoporosi: per 3 donne su 5 vi…

Invecchiamento e menopaus…

Un vaccino contro il Clostridium…

Il ceppo altamente virule…

Disabilità intellettiva: CNR e T…

Chiarito per la prima vol…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una tazzina extra di caffé al dì per allontanare il rischio diabete

-Una tazza di caffe’ in piu’ al giorno potrebbe ridurre il pericolo di ammalarsi di diabete.

L’associazione e’ stata scoperta da una nuova ricerca pubblicata su ‘Diabetologia’, rivista ufficiale dell’associazione europea per lo studio del diabete.  Aumentando l’assunzione di caffe’ si riduce il rischio di insorgenza di diabete di tipo 2, secondo l’indagine condotta da Frank Hu e Shilpa Bhupathiraju dell’Harvard University che indica anche il quantitativo necessario da consumare quotidianamente per scongiurare l’arrivo della malattia metabolica.

La regola e’ incrementare l’assunzione di caffe’ in media a una tazza e mezzo al giorno, approssimativamente trecentosessanta millilitri. A questi dosaggi in quattro anni il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2 cala drasticamente. I consumatori forti – quelli che consumano da tre a piu’ tazze di caffe’ al giorno – sono quelli risultati a rischio inferiore di sviluppare diabete, un pericolo piu’ basso del 37 per cento rispetto ai consumatori lievi con una o meno tazze al giorno.
Il consumo di te’ non e’ apparso correlato alla diminuzione di pericolo di diabete di tipo 2. L’associazi

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x