Rush finale per la 2a edizione d…

Scade il prossimo 31 ot…

Vasi sanguigni funzionali da cel…

Le cellule staminali pl…

A OLBIA L’OPEN DAY “LA SALUTE DE…

Il 26 novembre screening …

Un algoritmo permettera' ad un P…

[caption id="attachment_5…

Tumore alla prostata: presto il …

Prossimi gli esiti dei pr…

Il gene TERC causa dell'invecchi…

[caption id="attachment_5…

Tumore al cervello: scoperta la …

[caption id="attachment_1…

Akitalab, un progetto indipenden…

[DAL SITO] 1° Ricerca Ita…

Alzheimer: scoperto un anticorpo…

Un nuovo studio pubblicat…

La possibilita' di un vaccino an…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una tazzina extra di caffé al dì per allontanare il rischio diabete

-Una tazza di caffe’ in piu’ al giorno potrebbe ridurre il pericolo di ammalarsi di diabete.

L’associazione e’ stata scoperta da una nuova ricerca pubblicata su ‘Diabetologia’, rivista ufficiale dell’associazione europea per lo studio del diabete.  Aumentando l’assunzione di caffe’ si riduce il rischio di insorgenza di diabete di tipo 2, secondo l’indagine condotta da Frank Hu e Shilpa Bhupathiraju dell’Harvard University che indica anche il quantitativo necessario da consumare quotidianamente per scongiurare l’arrivo della malattia metabolica.

La regola e’ incrementare l’assunzione di caffe’ in media a una tazza e mezzo al giorno, approssimativamente trecentosessanta millilitri. A questi dosaggi in quattro anni il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2 cala drasticamente. I consumatori forti – quelli che consumano da tre a piu’ tazze di caffe’ al giorno – sono quelli risultati a rischio inferiore di sviluppare diabete, un pericolo piu’ basso del 37 per cento rispetto ai consumatori lievi con una o meno tazze al giorno.
Il consumo di te’ non e’ apparso correlato alla diminuzione di pericolo di diabete di tipo 2. L’associazi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: