Tumori: provocati uno su 40 da e…

In almeno un caso su 40 i…

Osteoartrite: è forte la correla…

I telomeri, le porzioni …

HIV: in vitro scienziati modific…

Gli scienziati della Ucla…

Fecondazione assistita accessibi…

[caption id="attachme…

Cuore artificiale: Italia effett…

L'operazione effettuata g…

Sudore: una fibra tessile studia…

I ricercatori dell'Imem-C…

Si apre Impact proactive 2014: l…

Gli esperti del summit an…

Un marker per la malattia di Cre…

LA metodica è basata sull…

Aviaria: è più infettiva, ma men…

Una nuova metanalisi rico…

I flavonoidi sono alleati del cu…

La ricerca scientifica su…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

I social network migliorano la salute degli anziani

Avere interazioni regolari positive con famiglia e amici e essere coinvolti in molti diversi social network puo’ aiutare gli anziani a mantenersi in buona salute.


A rivelarlo due nuovi studi pubblicati sulla rivista Health Psychology. Secondo precedenti ricerche, l’influenza delle relazioni sociali sul rischio mortalita’ e’ confrontabile con quella di abitudini negative come fumare e consumare alcol.   Gli scienziati della Carnegie Mellon University di Pittsburgh (Usa), guidati da Rodlescia S. Sneed, hanno analizzato dati relativi a un campione di circa 1500 adulti con piu’ di 50 anni d’eta’: le interazioni sociali negative sono state associate a un maggior rischio ipertensione nelle donne e negli individui con eta’ compresa tra 51 e 64 anni.

Questo tipo di situazioni spiacevoli potrebbero essere legate all’ipertensione a causa degli effetti psicologici come depressione e infelicita’ generale. In un altro studio della Pennsylvania State University, invece, i social network sono stati associati con un maggior coinvolgimento in attivita’ svolte nel tempo libero, che a loro volta promuovono una miglior salute nelle persone piu’ anziane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi