Tumori: nuovo test in grado di r…

Un gruppo di studiosi …

Alzheimer: da una nuova scoperta…

La scoperta di una nuova…

Dieta mediterranea: più di ogni …

Olio d'oliva e noci sono …

Carico glicemico, carboidrati e …

[caption id="attachment_1…

Test diagnosi diabete gestaziona…

[caption id="attachme…

Nascita Prematura: Fenomeno In A…

Due Tavoli tecnici promos…

Tumore del pancreas: la terapia …

In questo nuovo approccio…

Al via la farmacia dei servizi: …

Nel prossimo triennio sar…

Microchirurgia innovativa per st…

[caption id="attachment_7…

Riserva ovarica e gene guardiano…

La sovraespressione del…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infiammazioni intestinali: proteina mucosa complice e causa

La malattia infiammatoria intestinale (Ibd) e’ una condizione comune nei paesi occidentali industrializzati. Che cosa la faccia scattare, pero’, non e’ stato ancora pienamente compreso.


I ricercatori della Technische Universit’ Manchen (TUM) hanno ora identificato un nuovo step nella patogenesi di questa malattia.cellule_intestino
Usando un modello murino della Ibd, hanno dimostrato che una proteina nelle cellule della mucosa intestinale potrebbe essere una delle cause della patologia. In particolare, gli studiosi si sono focalizzati sulla proteina omologa C/EBP (CHOP): i ricercatori hanno gli hanno esaminato il ruolo della proteina nello sviluppo dell’infiammazione intestinale cronica, modificando il Dna in modo che le cellule epiteliali intestinali dei topi producessero grandi quantita’ di questa proteina.

L’elevata presenza della CHOP ha reso i topi piu’ suscettibili di infiammazione intestinale. Inoltre, l’infiammazione si riduceva piu’ lentamente e la mucosa intestinale richiedeva, successivamente, piu’ tempo per rigenerarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi