Artrite reumatoide: dolore croni…

Rinunciare alla maternita…

Magnesio contro il declino cogni…

Mentre una carenza di mag…

Arto rotto: il cervello inizia s…

Braccio destro ingessato …

Campagna invito donazione cordon…

Ancora 48 mila unità di s…

Le statine, e l'azione inibente …

Le statine ipocolesterole…

L'appetito regolato dalle cellul…

Producendo una particolar…

Un inaspettato doppio controllo …

[caption id="attachment_7…

Tè verde contro tumori della pel…

Da un estratto di tè verd…

"Faccia da Toast" - Un laborator…

26 settembre 2014 ore 13,…

Neurofibromatosi: passi avanti n…

Un team di ricercatori pr…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infiammazioni intestinali: proteina mucosa complice e causa

La malattia infiammatoria intestinale (Ibd) e’ una condizione comune nei paesi occidentali industrializzati. Che cosa la faccia scattare, pero’, non e’ stato ancora pienamente compreso.


I ricercatori della Technische Universit’ Manchen (TUM) hanno ora identificato un nuovo step nella patogenesi di questa malattia.cellule_intestino
Usando un modello murino della Ibd, hanno dimostrato che una proteina nelle cellule della mucosa intestinale potrebbe essere una delle cause della patologia. In particolare, gli studiosi si sono focalizzati sulla proteina omologa C/EBP (CHOP): i ricercatori hanno gli hanno esaminato il ruolo della proteina nello sviluppo dell’infiammazione intestinale cronica, modificando il Dna in modo che le cellule epiteliali intestinali dei topi producessero grandi quantita’ di questa proteina.

L’elevata presenza della CHOP ha reso i topi piu’ suscettibili di infiammazione intestinale. Inoltre, l’infiammazione si riduceva piu’ lentamente e la mucosa intestinale richiedeva, successivamente, piu’ tempo per rigenerarsi.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!