Insonnia negli anziani: ingialli…

È tipico di chi è un po' …

Parkinson: nuova classe di compo…

Una nuova famiglia di com…

27 febbraio: all’Istituto San Ca…

Busto Arsizio (VA), febbr…

Occhiali 'bionici' per ipovedent…

Occhiali 'bionici' potreb…

Sarcopenia: allarme 'muscoli deb…

Muscoli degli italiani so…

Superbroccoli sempre più antican…

Scienziati statunitensi h…

Telefoni cellulari e allergia al…

[caption id="attachment_1…

Psoriasi: trattamento combinato …

Un nuovo trattamento comb…

Cervello: ciglia cellulari guida…

Un nuovo studio ha mostra…

Influenza A: statine attenuano g…

Un nuovo studio Usa sugge…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infiammazioni intestinali: proteina mucosa complice e causa

La malattia infiammatoria intestinale (Ibd) e’ una condizione comune nei paesi occidentali industrializzati. Che cosa la faccia scattare, pero’, non e’ stato ancora pienamente compreso.


I ricercatori della Technische Universit’ Manchen (TUM) hanno ora identificato un nuovo step nella patogenesi di questa malattia.cellule_intestino
Usando un modello murino della Ibd, hanno dimostrato che una proteina nelle cellule della mucosa intestinale potrebbe essere una delle cause della patologia. In particolare, gli studiosi si sono focalizzati sulla proteina omologa C/EBP (CHOP): i ricercatori hanno gli hanno esaminato il ruolo della proteina nello sviluppo dell’infiammazione intestinale cronica, modificando il Dna in modo che le cellule epiteliali intestinali dei topi producessero grandi quantita’ di questa proteina.

L’elevata presenza della CHOP ha reso i topi piu’ suscettibili di infiammazione intestinale. Inoltre, l’infiammazione si riduceva piu’ lentamente e la mucosa intestinale richiedeva, successivamente, piu’ tempo per rigenerarsi.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x