Infiammazioni intestinali: prote…

La malattia infiammatoria…

Secukinumab primo farmaco biolog…

Secukinumab di Novartis è…

Calvizie e stress, per caso, il …

Su Plos One i risultati d…

FIBRILLAZIONE ATRIALE ED ICTUS: …

Benevento, 10 marzo 2014 …

Dal Carlo Besta di Milano partir…

[caption id="attachment_6…

Danni renali acuti: scoperto nuo…

Scoperto un potenziale …

Cure palliative: al "Girasole" d…

Un ambiente pensato e str…

Tumori: in GB, medico di famigli…

Due terzi degli adolescen…

La missione benessere sara' mant…

[caption id="attachme…

Alzheimer: ricerca in essere, pr…

Benché la scienza abb…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infiammazioni intestinali: proteina mucosa complice e causa

La malattia infiammatoria intestinale (Ibd) e’ una condizione comune nei paesi occidentali industrializzati. Che cosa la faccia scattare, pero’, non e’ stato ancora pienamente compreso.


I ricercatori della Technische Universit’ Manchen (TUM) hanno ora identificato un nuovo step nella patogenesi di questa malattia.cellule_intestino
Usando un modello murino della Ibd, hanno dimostrato che una proteina nelle cellule della mucosa intestinale potrebbe essere una delle cause della patologia. In particolare, gli studiosi si sono focalizzati sulla proteina omologa C/EBP (CHOP): i ricercatori hanno gli hanno esaminato il ruolo della proteina nello sviluppo dell’infiammazione intestinale cronica, modificando il Dna in modo che le cellule epiteliali intestinali dei topi producessero grandi quantita’ di questa proteina.

L’elevata presenza della CHOP ha reso i topi piu’ suscettibili di infiammazione intestinale. Inoltre, l’infiammazione si riduceva piu’ lentamente e la mucosa intestinale richiedeva, successivamente, piu’ tempo per rigenerarsi.

Archivi