[video]La TOP 10 delle scienze 2…

[caption id="attachment_5…

Tumori: fotoimmunoterapia e anti…

La luce potrebbe aiutare …

Sativex approvato dall'autorità …

Il Sativex, farmaco a bas…

A ciascun bambino il suo Natale

I consigli e le raccomand…

Anoressia: avanzano nuove ipotes…

Dal lavoro scientifico di…

La differenza di genere esiste a…

La differenza di genere n…

La colonscopia si tinge di blu

Tra le novità prese…

Nanoparticelle d'oro per misurar…

Nel corso delle epidemie …

Secukinumab primo farmaco biolog…

Secukinumab di Novartis è…

Per un cuore sano, oltre a coles…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

I batteri intestinali sintetizzano i carboidrati nel cancro del colon-retto

Il cancro al colon-retto e’ stato gia’ collegato alla dietra occidentale ricca di carboidrati. Tuttavia, i meccanismi di fondo dietro questo legame sono rimasti poco chiari.


Almeno fino a ora. Un nuovo studio dell’Universita’ di Toronto, pubblicato sulla rivista Cell Press, ha infatti scoperto che i batteri intestinali metabolizzano i carboidrati, provocando la proliferazione delle cellule intestinali e la formazione di tumori nei topi predisposti geneticamente al cancro del colon-retto. I ricercatori hanno anche scoperto che gli antibiotici e una dieta povera di carboidrati riduce significativamente le probabilita’ dei topi di sviluppare questo tipo di tumore, suggerendo quindi che questi semplici interventi potrebbero aiutare a prevenire un tipo comune di cancro colonrettale negli essei umani. batteri_intestinali“Poiche’ il cancro del colon-retto ereditario e’ associato con lo sviluppo di un tumore rapido e aggressivo, e’ fondamentale capire come i principali fattori ambientali, come i microbi e la dieta, interagiscono potenzialmente con i fattori genetici influenzando la progressione della malattia”, ha detto Alberto Martin, autore dello studio.

“Il nostro studio – ha continuato – suggerisce nuove risposte a questa domanda, mostrando come i batteri intestinali interagiscono con una dieta ricca di carboidrati per stimolare un tipo prevalente di cancro al colon ereditario”. Per arrivare a questi risultati i ricercatori hanno usato topi con mutazioni dei geni Apc e Msh2, associati gia’ in passato al tumore al colon-retto. I tipo sono stati quindi predisposti a sviluppare questo tipo di cancro.
Ebbene, il trattamento con antibiotici e una dieta povera di carboidrati ha ridotto la proliferazione cellulare, nonche’ il numero di tumori nell’intestino tenue e nel colon.

Inoltre, con questi due accorgimenti sono diminuiti anche alcuni batteri intestinali che metabolizzano i carboidrati producendo un acido grasso chiamato butirrato. Quando, invece, i ricercatori hanno aumentato livelli di butirrato nei topi trattati con antibiotici, e’ aumentata la proliferazione cellulare e il numero dei tumori intestinali. “Trovando un collegamento diretto tra la genetica e i microbi intestinali, i nostri risultati suggeriscono che una dieta a basso contenuto di carboidrati, nonche’ l’alterazione nella comunita’ microbica intestinale, potrebbe essere utile per quegli individui che sono geneticamente predisposti al cancro del colon-retto”, ha concluso Martin.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x