Iperplasia prostatica benigna: i…

Iniziare i controlli iniz…

Meccanismo che fornisce ferro di…

[caption id="attachment_8…

Rendersi conto di sognare durant…

A tutti noi è capitato di…

Molecola per annientare masse tu…

Due studiosi di Urbino ha…

Sclerosi Multipla: risonanza mag…

La risonanza magnetica è …

Al batter di ciglia il cervello …

Al pari di un computer, i…

Non è riducendo le prestazioni a…

Roma, 13 dicembre 2012.“L…

Dalle nanobiotecnologie efficaci…

[caption id="attachment_5…

Retinite Pigmentosa: oltre 250 p…

Losanna, Svizzera – 21 ge…

Medicitalia.it premia gli specia…

57mila richieste di consu…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nasce in Messico un bimbo col DNA di tre persone

E’ nato in Messico cinque mesi fa e sta bene il primo bambino al mondo venuto alla luce con il Dna di tre persone diverse: è quanto pubblica la rivista scientifica New Scientist.

La tecnica utilizzata per il concepimento è stata motivata dal fatto che la madre del piccolo è portatrice della sindrome di Leigh, una malattia del sistema nervoso che le aveva causato la morte di altri due neonati e quattro aborti: il gene in questione tuttavia non fa parte del dna materno vero e proprio ma di quello mitocondriale (trasmesso esclusivamente per via materna), di fatto necessario per il funzionamento della cellula ma indipendente da quello principale.

un mitocondrio

un mitocondrio


Per questo motivo è stato necessario utilizzare il Dna nucleare dei genitori ma anche quello mitocondriale di un donatore: nello specifico, il Dna nucleare della madre è stato impiantato in una cellula denucleata del donatore – che conteneva il proprio dna mitocondriale – e successivamente fecondata dallo sperma del padre.

I test effettuati sul piccolo mostrano che meno dell’1% dei suoi mitocondri contengono il gene mutato, mentre per innescare la malattia si stima che almeno il 18% dei mitocondri debbano essere coinvolti.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi