Predisposizione ai tumori: indiv…

Una mutazione genetica …

Ossa forti: la vitamina D, il pr…

I meno giovani lo ricorda…

Staminali contro ictus: ambizios…

Cinque vittime di ict…

Presentati a ESMO 2016 i risulta…

Aumento significativo…

Zohydro, l'oppioide della discor…

L'immissione sul mercato …

Capsaicina, il piccante del pepe…

[caption id="attachment_9…

Cuore in 3D per chirurgia sicura…

Un modello tridimensional…

Polmonite: l'uomo più a rischio …

Basta prendere in giro gl…

Caldo: dall'Euterococco alla zuc…

Estate è sinonimo di ma…

Lo studio clinico LUME-Ovar-1 di…

Boehringer Ingelheim ha a…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Revisione della Farmacopea Ufficiale: un fatto importate atteso da tempo

“Un plauso al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin per aver nominato la commissione ministeriale che provvederà alla revisione della Farmacopea Ufficiale” dice il presidente della Federazione Ordini Farmacisti Italiani, Senatore Andrea Mandelli. “Avevamo da tempo e a più riprese fatto presente come  il mancato aggiornamento di questo strumento indispensabile per il professionista fosse all’origine di diverse criticità. Non soltanto perché dall’ultima edizione, la XII del 2010, si sono registrati cambiamenti significativi dal punto di vista scientifico, ma anche per aspetti che incidono direttamente sull’attività quotidiana nella farmacia di comunità”.


Per esempio, l’elenco delle sostanze che è obbligatorio detenere in farmacia, nel quale sono presenti farmaci non più reperibili sul mercato o la cui utilità in farmacia è venuta meno. “E’ il caso dello sciroppo di ipecacuana, un emetico usato in caso di avvelenamento: è evidente che se si verifica un incidente di questo tipo si deve ricorrere al pronto soccorso e non al farmacista” spiega Mandelli ” e considerazioni analoghe valgono anche per le strumentazioni obbligatorie. Ma oltre all’aggiornamento dei contenuti sarebbe opportuno anche provvedere alla digitalizzazione del testo. Ormai il supporto cartaceo risulta troppo oneroso per tempi e costi di realizzazione , tanto che l’ultima edizione era ormai da tempo irreperibile e le farmacie di nuova istituzione si trovavano nell’impossibilità di dotarsene, contravvenendo quindi all’obbligo di legge. Nell’augurare buon lavoro alla Commissione spero che anche questo aspetto venga tenuto nella giusta considerazione”. A rappresentare la FOFI nella Commissione ministeriale sono stati nominati il Segretario Maurizio Pace e il Tesoriere Mario Giaccone.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x