Malattia autoimmune: equipe di s…

Un importante risultato d…

Leucemie acute: trapianto di mid…

Leucemie acute e tumori d…

Carenza di vitamina D in eta' pe…

[caption id="attachment_1…

Fumo: la vera causa della ridott…

La minore vita media degl…

Colesterolo cattivo e malattie c…

Previene le problematiche…

L'appendice ha un ruolo adesso b…

È riserva dei batteri buo…

Retinite Pigmentosa: nuove possi…

Losanna, Svizzera – 30 ge…

Le sigarette aumentano il rischi…

[caption id="attachme…

Resveratrolo contrasta l'insorge…

Il resveratrolo, una mole…

Endometriosi esterna e adenomios…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Revisione della Farmacopea Ufficiale: un fatto importate atteso da tempo

“Un plauso al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin per aver nominato la commissione ministeriale che provvederà alla revisione della Farmacopea Ufficiale” dice il presidente della Federazione Ordini Farmacisti Italiani, Senatore Andrea Mandelli. “Avevamo da tempo e a più riprese fatto presente come  il mancato aggiornamento di questo strumento indispensabile per il professionista fosse all’origine di diverse criticità. Non soltanto perché dall’ultima edizione, la XII del 2010, si sono registrati cambiamenti significativi dal punto di vista scientifico, ma anche per aspetti che incidono direttamente sull’attività quotidiana nella farmacia di comunità”.


Per esempio, l’elenco delle sostanze che è obbligatorio detenere in farmacia, nel quale sono presenti farmaci non più reperibili sul mercato o la cui utilità in farmacia è venuta meno. “E’ il caso dello sciroppo di ipecacuana, un emetico usato in caso di avvelenamento: è evidente che se si verifica un incidente di questo tipo si deve ricorrere al pronto soccorso e non al farmacista” spiega Mandelli ” e considerazioni analoghe valgono anche per le strumentazioni obbligatorie. Ma oltre all’aggiornamento dei contenuti sarebbe opportuno anche provvedere alla digitalizzazione del testo. Ormai il supporto cartaceo risulta troppo oneroso per tempi e costi di realizzazione , tanto che l’ultima edizione era ormai da tempo irreperibile e le farmacie di nuova istituzione si trovavano nell’impossibilità di dotarsene, contravvenendo quindi all’obbligo di legge. Nell’augurare buon lavoro alla Commissione spero che anche questo aspetto venga tenuto nella giusta considerazione”. A rappresentare la FOFI nella Commissione ministeriale sono stati nominati il Segretario Maurizio Pace e il Tesoriere Mario Giaccone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi