Enzima TET che modifica il il DN…

Rivelata per la prima vol…

Carcinoma adrenocorticale: spera…

Sperimentato un nuovo mix…

Ictus: isolata una mutazione gen…

Una variante genetica che…

Distrofia Duchenne: si studia il…

[caption id="attachment_9…

Le difese arrivano anche dal feg…

[caption id="attachment_8…

Diabete: il rischio diminuisce i…

Le persone che vivono in …

Laser di nuova generazione curan…

Laser di nuova generazion…

Virus H1N1 avvicina la ricerca a…

Cinque degli anticorpi is…

Parte lo studio sulla pericolosi…

[caption id="attachment_3…

MALATTIA DI CROHN, ARRIVA L’APPR…

La nuova terapia è stata …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Test del Dna per valutare il rischio di cancro al polmone

Respiragene test

Respiragene test

OCEANIA – N.ZEALAND

(Aduc – Salute )Perche’ ci sono persone che pur avendo sempre fumato non hanno mai sofferto di cancro al polmone, mentre altre ne sono state colpite benche’ non avessero mai acceso una sigaretta in vita loro? Il quesito ha originato gli studi del genetista Young, che sono sfociati da poco nel test Respiragene.

Avendo dimostrato che alcune persone sono portatrici di marcatori genetici che le rendono piu’ vulnerabili a quella malattia, l’idea ha suggerito di proporre un calcolo personalizzato del rischio, combinando analisi genetica e dati sanitari del paziente.


Prodotto dalla societa’ Synergenz BioScience Ltd, legata all’Universita’ di Auckland, il test e’ stato presentato in Nuova Zelanda all’inizio di giugno, dove puo’ gia’ essere comprato al prezzo di 275 dollari (123 Usd). Esso consente di classificare le persone in tre categorie: a rischio moderato, alto, molto alto.

E’ molto facile da usare (basta strofinare un bastoncino all’interno della guancia), il prelievo viene inviato in un laboratorio dove i risultati vengono interpretati in funzione delle informazioni date dai pazienti -eta’, eventuale bronchite cronica, enfisema, familiarita’, ma, stranamente, non il numero di sigarette fumate.

“Le nostre ricerche non hanno dimostrato differenze nei risultati tra chi fuma 10 sigarette al giorno o 20”, spiega Steve Markscheid, responsabile della comunicazione dell’azienda.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x