Malaria: super molecola arriva c…

[caption id="attachment_8…

Epatite C: ignorata dagli italia…

Sono due milioni gli ital…

Ustekinumab: nuovi risultati di …

I benefici di ustekinumab…

Malattie dell'occhio: impianto H…

Un dispositivo grande qua…

cellule nervose: nuovi traguardi…

[caption id="attachme…

La terapia del dolore in Italia

(Fonte Istat e Relazion…

Tumore al seno: risultati ottimi…

La chemioterapia nelle do…

Tumori: tre farmaci che attivano…

La scoperta dei recetto…

Dieta ricche di fibre riduce il …

Una dieta ricca di fibre…

Pallacanestro Varese: un giorno …

Tredicesima edizione di “…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Arriva CellScope per diagnosi col cellulare


Diagnosi più veloci grazie al telefonino. Ricercatori americani hanno ideato un gadget da cellulare che permette di avere immagini dettagliate di campioni di sangue, da analizzare per diagnosticare rapidamente patologie come la tubercolosi. Il dispositivo si chiama CellScope e funziona come un microscopio a fluorescenza, permettendo di identificare i marker delle malattie nel sangue grazie al loro colore. L’obiettivo degli inventori, si legge su ‘Plos One’, è quello di utilizzare l’apparecchio nei Paesi in via di sviluppo, dove le strumentazioni diagnostiche avanzate sono rare, ma i cellulari sono invece ormai diffusi.


CellScope è in grado di rilevare molecole spia come i batteri segno di tubercolosi, sfruttando l’effetto fluorescente che li rende riconoscibili se illuminati in un certo modo.


Secondo David Breslaure dell’University of California a Berkeley, l’innovazione consiste nel fatto che “abbiamo integrato il microscopio speciale in un telefonino portatile con telecamera da 3.2 megapixel”. Il gadget è dotato anche di un sistema per sorreggere i vetrini con campioni di sangue da analizzare. Grazie all’impiego di filtri ottici e a speciali diodi che emettono la luce, il dispositivo secondo gli inventori rappresenterà una sorta di mini-clinica portatile, particolarmente utile nei Paesi in via di sviluppo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi