Uova a zero rischio allergia: nu…

I ricercatori della Deaki…

GABA, la molecola che ritarda la…

[caption id="attachment_9…

Meningite: l'EMA autorizza il va…

L'Agenzia europea del far…

Vitamina C: il segreto per ferma…

[caption id="attachment_5…

Cancro alla cervice: necessario …

I pap test che si fanno …

Tumore alla tiroide: le zone vul…

Il sospetto di una respon…

Analisi diagnostiche: nuovo meto…

[caption id="attachment_7…

Dislessia e disordini cognitivi …

Uno studio pubblicato sul…

Cellule staminali: messo a punto…

E' possibile manipolare i…

Insufficienza cardiaca: l'accura…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Identificato un gene difettoso che predispone a diverse allergie

Un gene difettoso aumenta significativamente la probabilità di sviluppare problemi allergici come l’asma e l’eczema, secondo uno studio condotto da ricercatori del Centre for Population Health Sciences dell’Università di Edimburgo, pubblicato sul British Medical Journal. Analizzando 24 studi, i ricercatori hanno concluso che la mutazione del gene che codifica per la proteina filaggrina, associato alla capacità della pelle di mantenere una barriera efficace nei confronti dell’ambiente, è fortemente collegato all’aumento del rischio di sviluppare sensibilità allergica, dermatite atopica, rinite allergica e asma nelle persone affette da eczema.


“Le nostre scoperte forniscono forte evidenza del fatto che il difetto del gene che codifica per la filaggrina sia il principale fattore predisponente per lo sviluppo dell’eczema e, più in generale, per l’insorgere dei disordini allergici. Siamo quindi di fronte ad un importante biomarker” commentano gli autori. Ulteriori ricerche potranno approfondire l’eventualità che la filaggrina possa essere impiegata per identificare le persone con un alto rischio di sviluppare allergie.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi