La faccia, vera rivelatrice dell…

La leggenda vuole che la …

Proteggersi 'col cavolo' dal ser…

Broccoli e cavoletti di B…

Alzheimer: test precode DNA per …

Un test tanto precoce del…

CNR: decifrate informazioni del …

Partendo da frammenti di …

Arriva la checklist per il dolor…

Presentati in questi gior…

Nella farmaceutica l’unica cresc…

Roma, 10 aprile 2015 - “C…

Osteoporosi: il pieno di vitamin…

[caption id="attachment_8…

Autismo: sinergie di competenza …

Presentati i risultati …

#NeverGiveUp. Il 1° ottobre 2016…

Il 1° ottobre 2016 è la T…

Alzheimer: stimolazione magnetic…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malattia di Kennedy: promettenti studi italiani

diagramma malattia di Kennedy

diagramma malattia di Kennedy

I disordini neurogenerativi finora incurabili potrebbero essere sconfitti da una nuova terapia sviluppata da scienziati italiani. Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Neuron, promette infatti di combattere la malattia di Kennedy (Atrofia muscolare spinale e bulbare) grazie a un trattamento diretto sul muscolo. “La malattia di Kennedy causa debolezza muscolare e atrofizzazione dei muscoli”, ha spiegato Maria Pennuto, del dipartimento di Neuroscienza dell’Istituto italiano di tecnologia di Genova.

“Recenti scoperte hanno rivelato che una mutazione del gene per il recettore degli androgeni (AR) causa questa malattia, creando un accumulo di proteine dannose per i nervi muscolari”. I ricercatori hanno quindi identificato due sostanze, Akt e IGF-1, che riescono a bloccare l’attivazione dei recettori AR. “Questo impedisce l’accumulo di proteine dannose nel muscolo e la sua degenerazione”, ha detto Pennuto. “Inoltre, queste sostanze hanno aumentate le performance motorie, il peso e la sopravvivenza dei topi in cui sono state sperimentate. Il nostro studio e’ il primo a dimostrare un trattamento efficace per questa malattia finora incurabile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: