[Iperfenilalaninemia] Merck Sero…

[caption id="attachment_2…

Alzheimer: la scoperta di una mo…

Un nuovo promettente comp…

Disfunzione erettile: sei uomini…

Almeno una volta nella vi…

Integratori alimentari a base di…

L'integrazione alimen…

Cancro: combinazione di un farma…

La combinazione di farmac…

Novita' su comorbidita' e ricerc…

[caption id="attachme…

Scoperto il meccanismo virale di…

I ricercatori sono stati …

La retina potrebbe denunciare di…

[caption id="attachment_1…

Per recuperare l'udito, cellule …

[caption id="attachment_7…

10 aprile 2015: PRIMA GIORNATA …

In Italia 12 nuovi casi …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori e colesterolo non si dissociano

Ridurre il livello di colesterolo “cattivo” per diminuire il rischio di tumore alla prostata.

È quanto emerge dallo studio pubblicato su Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention dai ricercatori del National Cancer Institute di Bethesda, nagli Usa, secondo cui esisterebbe un’associazione inversa tra colesterolo e cancro.


La ricerca è stata condotta su 29.093 uomini il cui stato di salute è stato monitorato per un periodo di 18 anni, durante i quali sono stati rilevati 7.545 casi di carcinoma alla prostata.
Dall’analisi sono emersi due dati significativi: da una parte gli studiosi hanno rilevato che un elevato livello di colesterolo “buono” era associato alla riduzione del 14% del rischio di cancro, dall’altra valori bassi di quello “cattivo” sembravano in grado di diminuire il pericolo di tumore alla prostata fino al 59% negli uomini di età superiore ai 55 anni.

“Il nostro studio – spiega Demetrio Albanes, ricercatore del National Cancer Institute – dimostra che alti livelli di colesterolo ‘buono’ possono proteggere l’organismo da tutte le forme tumorali, mentre ridurre quello ‘cattivo’ può aiutare ad abbassare il pericolo di cancro prostatico”. (ASCA)

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x