Carenza di vitamina C in gravida…

Una carenza di vitamina …

AIDS: si studia nuovo vaccino ch…

Hanno esaminato il modo i…

Chirurgia: valutare l’innovazion…

Nel corso del Convegno “S…

iHealth: squadra al servizio del…

iHealth, l’avveniristica …

Una scoperta avvicina ad un vacc…

[caption id="attachment_5…

Emicranie: anche le anomalie res…

Un gruppo di scienziati d…

Malattie cardiovascolari: scoper…

Un gruppo di ricercatori …

Fumatori italiani i meno convint…

I fumatori italiani sono …

ALL’EASL NUOVI DATI SU SIMEPREVI…

I dati confermano l’effic…

“Mettici la Faccia”: disegna il …

Al via il concorso dell’I…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumore al seno: un gene alla base della non risposta ai trattamenti

FGFR1

– Il motivo per cui alcune donne non rispondono ai trattamenti farmacologici per il cancro al seno e’ in un gene che puo’ essere “fermato”. Lo affermano i ricercatori del Institute of Cancer Research inglese: secondo il loro studio, pubblicato da Cancer Research, una terapia mirata puo’ annullare gli effetti del gene chiamato Fgfr1 rendendo efficace per tutte le donne la terapia a base di tamoxifen. Secondo i ricercatori, una donna su dieci che ha avuto il cancro al seno ha troppe copie del gene, che rende inefficaci i trattamenti a base di ormoni per prevenire il riformarsi del tumore.

I primi test in laboratorio di farmaci che sopprimono l’azione di Fgfr1 sono positivi, e stanno iniziando i trial clinici per verificare l’efficacia della terapia. “Ci sono diversi farmaci in sperimentazione che bloccano l’azione di questo gene – spiega alla Bbc Nick Turner, uno degli autori dello studio – e molti studi clinici stanno cercando di spiegare come funzionano. Il nostro prossimo passo sara’ iniziare un trial per stabilire in che misura bloccando il gene si contrasta la resistenza alla terapia”.
AGI - Salute

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi