Boehringer Ingelheim: approvato …

Boehringer Ingelheim ot…

Osteosarcoma: ricerca per impedi…

Roma, 2 dic - Bloccare il…

Follicoli "sopiti" in soggetti c…

I follicoli delle persone…

Meningite: l'UE approva primo va…

[caption id="attachment_6…

Alzheimer: cambiamenti neuropato…

Dopo la morte, i cervell…

Cibi acidi fanno invecchiare pri…

"I cibi consumati dalla m…

La proteina promoter dell'incont…

Il recettore delle cellul…

“Focus On” sul Rene Policistico.…

La malattia colpisce 60.0…

HIV: nuova ipotesi di terapia a …

[caption id="attachment_6…

Allarme fumo passivo: grossa per…

Piu' della meta' dei bamb…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La soglia del dolore scandita da un gene

Il dolore e’ nel Dna: se la soglia di sopportazione della sofferenza fisica e’ piu’ o meno alta, i responsabili potrebbero infatti essere i geni di mamma e papa’. La scoperta arriva dalla Cambridge University ed e’ stata pubblicata su Proceedings of national academy of sciences: una terapia genetica sarebbe quindi all’orizzonte come trattamento alternativo per i pazienti affetti da patologie croniche.

I test hanno coinvolto 1.257 soggetti colpiti da osteoartrite, sciatica, sindrome dell’arto fantasma, pancreatite e problemi alla schiena, nel cui corredo biologico e’ stata individuata la stessa variante del gene Scn9a, che contiene le istruzioni per le proteine che risiedono nelle membrane dei nervi sensibili al dolore. Analisi successive condotte su 186 donne in salute hanno rivelato che tra quelle che avevano il ‘gene del dolore’ nel patrimonio del Dna la soglia di sofferenza era piu’ bassa.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x