Il meccanismo di memoria delle c…

Quando una cellula "m…

Allarme Bullismo: ne è vittima 1…

Il Ministero dell’Istruzi…

Vaccino contro pneumococco mostr…

[caption id="attachment_8…

Pesce a tavola: strumento per de…

Da quando è iniziata la s…

Glaucoma: perché adesso si potrà…

Ricercatori australiani h…

Placche aterosclerotiche sciolte…

Le placche aterosclerotic…

Alzheimer: micro-stimolazioni ce…

Recenti studi sperimental…

[ASCO] Tumori della tiroide e de…

[caption id="attachment_7…

Emicranie: anche le anomalie res…

Un gruppo di scienziati d…

Cellule staminali: al via test c…

Cellule embrionali ai 'na…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Antidolorifico non oppiaceo estratto da una pianta, formula naturale

La rivista Nature Chemistry ha pubblicato un metodo per la sintesi in laboratorio della conolidina, un composto di origine naturale dalle proprieta’ antidolorifiche che non presenterebbe gli effetti collaterali riscontrati negli oppiacei.

Nello studio eseguito sui topi dai ricercatori dello Scripps Research Institute di Jupiter (Florida) coordinati dal chimico Glenn Micalizio e’ stato infatti dimostrato che, contrariamente agli effetti provocati dalla morfina, la conolidina non influenza l’attivita’ motoria e allevia il dolore cronico agendo su vie biologiche diverse da quelle interessate dagli oppiacei.

La conolidina e’ pero’ ricavabile in dosi molto basse dalla pianta tropicale Tabernaemontana divaricata, da cui proviene; secondo Micalizio un nuovo metodo per riprodurla in laboratorio ”sarebbe certamente un buon punto di partenza” per la diffusione su larga scala.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x