Nascituri pretermine a rischio a…

I bambini che sono nati p…

Telethon individua terapia farma…

Il gruppo di ricerca…

Toxoplasma: le strategie biochim…

[caption id="attachment_1…

Colesterolo e infertilità: una m…

Una mutazione del gene ch…

La FDA approva il primo farmaco …

La Food and Drug Administ…

Ipertrigliceridemia: alla base u…

[caption id="attachment_8…

Mens sana in corpore senza fumo:…

Roma, 13 marzo 2014 – Sem…

Gestione del dolore, istruzioni …

 La guerra contro la soff…

Disturbi alimentari: le dimensio…

La dimensione di alc…

Ferite difficili: sostituti cuta…

Incoraggianti prospettive…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Coronaropatia: responsabile il cromosoma Y

E’ il cromosoma Y il responsabile della coronaropatia, comune malattia cardiaca che uccide migliaia di persone ogni anno, e che si trasmette geneticamente di padre in figlio secondo uno studio condotto dall’Universita’ di Leicester pubblicato sulla rivista The Lancet.

Presente solo negli uomini, il cromosoma Y gioca, secondo l’indagine, un ruolo importante nella ereditarieta’ della malattia coronarica (CAD), nome dato al restringimento dei vasi sanguigni che trasportano il sangue al cuore e che causa i sintomi tipici dell’angina, come la costrizione del torace e gli attacchi di cuore. Il team dell’Universita’ di Leicester ha analizzato il DNA di oltre 3mila uomini della British Heart Foundation (BHF-FHS) per scoprire che il rischio di malattia coronarica tra gli uomini che posseggono un aplogruppo I del cromosoma Y (Y.DNA) e’ superiore del 50 per cento ed e’ indipendente dai tradizionali fattori di rischio come il colesterolo alto, l’ipertensione e il fumo.

I ricercatori ritengono che l’aumento del rischio sia causato dall’influenza dell’aplogruppo I sul sistema immunitario e la sua capacita’ di rispondere ad un’infiammazione e a un’infezione. Maciej Tomaszewski, docente a Leicester del dipartimento di Scienze Cardiovascolari, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di questi risultati e il passo successivo sara’ trovare i geni specifici e le varianti che guidano questa associazione tra la CAD e il cromosoma Y” .

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!