Novità in endocrinologia al Cong…

ABSTRACT RELATORI   …

Il DNA mitocondriale racconta la…

L’uomo non africano s…

Siena: trapianto di midollo per …

E' stato effettuato a Sie…

Tumori della pelle: elastografia…

Una tecnica ultrasonica a…

Le nuove frontiere della psichia…

Roma, 25 febbraio 2015 – …

RANKL: il segreto del diabete na…

Uno studio pubblicato su …

Ansia: scoperte aree del cervell…

Problemi di comunicazione…

Tumori: PSA non sempre e' test a…

L'esame del PSA (antigene…

Mieloma multiplo: sviluppata nuo…

Sviluppata una molecola s…

Identificata una nuova classe di…

Scoperta la capacità di a…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Coronaropatia: responsabile il cromosoma Y

E’ il cromosoma Y il responsabile della coronaropatia, comune malattia cardiaca che uccide migliaia di persone ogni anno, e che si trasmette geneticamente di padre in figlio secondo uno studio condotto dall’Universita’ di Leicester pubblicato sulla rivista The Lancet.

Presente solo negli uomini, il cromosoma Y gioca, secondo l’indagine, un ruolo importante nella ereditarieta’ della malattia coronarica (CAD), nome dato al restringimento dei vasi sanguigni che trasportano il sangue al cuore e che causa i sintomi tipici dell’angina, come la costrizione del torace e gli attacchi di cuore. Il team dell’Universita’ di Leicester ha analizzato il DNA di oltre 3mila uomini della British Heart Foundation (BHF-FHS) per scoprire che il rischio di malattia coronarica tra gli uomini che posseggono un aplogruppo I del cromosoma Y (Y.DNA) e’ superiore del 50 per cento ed e’ indipendente dai tradizionali fattori di rischio come il colesterolo alto, l’ipertensione e il fumo.

I ricercatori ritengono che l’aumento del rischio sia causato dall’influenza dell’aplogruppo I sul sistema immunitario e la sua capacita’ di rispondere ad un’infiammazione e a un’infezione. Maciej Tomaszewski, docente a Leicester del dipartimento di Scienze Cardiovascolari, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di questi risultati e il passo successivo sara’ trovare i geni specifici e le varianti che guidano questa associazione tra la CAD e il cromosoma Y” .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi