Omega6 aumentano rischio di coli…

[caption id="attachme…

Le vaccinazioni in età pediatric…

Il sostegno alle vaccinaz…

Rete neurale comune a tutti i ve…

A dispetto della vasta ga…

Attacchi cardiaci: meditare li t…

La meditazione trascende…

Smettere di fumare fa guadagnare…

Smettere di fumare fa ben…

Nel quartiere #Gorla, attività f…

Milano, 17 ottobre 2016 -…

Fibrosi cistica e ricerca: il fr…

La bassa temperatura per …

Malaria: isolata la proteina chi…

[caption id="attachment_5…

Vitamina D, i raggi ultraviolett…

I raggi ultravioletti po…

Epatite C: in arrivo nuovi farma…

È una macchina, capace di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Bilinguismo: migliora la concentrazione e affina l’udito

Uno studio della Northwestern University (Usa) che sarà pubblicato su Pnas fornisce la prima prova biologica che il bilinguismo giova al sistema nervoso uditivo e porta a destreggiarsi fra i vari suoni in un modo che migliora l’attenzione e la memoria.


L’esperta in bilinguismo Viorica Marian e la neuroscienziata Nina Kraus hanno collaborato per studiare come il bilinguismo influenzi il cervello. In particolare, hanno osservato le regioni subcorticali uditive. Nello studio, i ricercatori hanno registrato le risposte del tronco cerebrale a suoni complessi in 23 adolescenti bilingue e 25 che parlavano solo inglese in due diverse condizioni.
In una situazione tranquilla, i gruppi hanno risposto in modo simile. Ma in presenza di rumore di fondo, la performance del cervello dei bilingue è risultata significativamente migliore nel codificare i suoni, cosa che è stata collegata con un vantaggio a livello di attenzione uditiva. “La gente fa le parole crociate e altre attività per mantenere la mente brillante – commenta Marian – ma i vantaggi che abbiamo scoperto in questo studio derivano semplicemente dal conoscere e usare due lingue”.(ADNKRONOS)

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x