Un virus dietro le cause di un t…

[caption id="attachme…

Bambini all'aria aperta anche d'…

Le precauzioni per evitar…

Allergie: i batteri intestinali …

I batteri che vivono norm…

Cure palliative: al nuovo Hospic…

Accompagnare il paziente …

Parkinson e patologie neurologic…

Malattia di Parkinson: …

Epatite C: gli esperti consiglia…

Trattare tutti i pazienti…

Farmaci: una tecnica che trasfor…

Grazie a una nuova tecnic…

Cellule riprogrammate per produr…

Un gruppo di scienziati d…

Celiachia: una nuova mappa mondi…

Delinea una nuova epidemi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alcol: dimostrato legame con insorgenza cancro

A trent’anni di distanza dalla scoperta di un nesso fra consumo di alcol e alcune forme di cancro, gli scienziati riportano le prime prove che l’alcol potrebbe incrementare il rischio di cancro. Lo studio della University of Minnesota e’ stato presentato durante il 244esimo National Meeting & Exposition della American Chemical Society.
Una delle sostanze che si formano dopo aver metabolizzato l’alcol e’ l’acetaldeide, che somiglia chimicamente alla formaldeide.


“La formaldeide e’ una sostanza cancerogena per l’uomo, e si sa che l’acetaldeide puo’ causare danni al Dna, innescare anomalie nei cromosomi e cancro negli animali”, ha spiegato Silvia Balbo, che ha condotto la ricerca, “ora, abbiamo trovato la prima prova evidente che l’acetaldeide che si forma dopo il consumo di birra, vino e liquori puo’ danneggiare drammaticamente il Dna. L’acetaldeide, dunque, altererebbe la replicazione del Dna aumentando il rischio di cancro, anche se questo processo non riguardarebbe tutti gli individui. “Alcuni hanno un meccanismo naturale di riparazione, che corregge i danni al Dna indotti da questa sostanza: alcune persone, infatti, posseggono un enzima, chiamato deidrogenase, che converte rapidamente l’acetaldeide in acetato, una sostanza praticamente innocua”, ha concluso Balbo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi