Virus Emergenti, il ritorno di p…

Milano, 30 maggio 2013 – …

Dolore: Guido Fanelli nominato …

L’esperienza e le compete…

Alzheimer e Parkinson: un difett…

Per la prima volta e' sta…

Il caffè e il buonumore

Il caffè pare abbia l…

Tumore al seno: anche prima dei …

Una nuova analisi condott…

Lesioni al midollo spinale: A.O.…

In Italia circa 80.000 pe…

Nanoscienze: nasce il nuovo isti…

Roma, 1 ott - Un nuovo i…

Si arriva al farmaco anti-Alzhei…

Dalla scoperta della Mont…

La celiachia sempre meno 'rara' …

[caption id="attachment_9…

Tumori alla lingua: scoperte cel…

Ricercatori neozelandesi …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Carcinoma sieroso dell’utero: individuati nuovi geni implicati

Identificati nuovi geni mutati frequentemente rilevati in presenza del carcinoma sieroso dell’utero, una forma di tumore dell’endometrio particolarmente aggressiva e resistente alla chemioterapia.carcinoma_sieroso_utero La scoperta e’ di un team di ricercatori dell’Univerista’ di Yale ed e’ stata descritta in un articolo pubblicato sulla rivista Pnas. Il carcinoma endometriale e’ il tumore ginecologico prevalente nelle donne: le pazienti ammalate del carcinoma di tipo I hanno maggiori possibilita’ di sopravvivenza delle donne aggredite dal carcinoma di tipo II.


“Abbiamo chiaramente identificato le mutazioni responsabili del carcinoma sieroso dell’utero” ha spiegato Alessandro Santin, docente di Scienze delle Riproduzione e autore principale della ricerca. “In aggiunta ad un numero di geni cancerogeni ben noti, abbiamo trovato tre geni che non erano stati precedentemente associati al cancro in questa tipologia di tumore. Si tratta di una scoperta importante per riuscire ad elaborare in futuro nuove strategie terapeutiche per le forme piu’ aggressive di questo cancro”. I geni coinvolti sono il CHD4, l’MBD3 e il TAF1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi