Tumori prostatici: dimostrato le…

[caption id="attachment_7…

Parkinson: allo studio sei nuovi…

ROMA - Usando i dati di o…

Gonorrea: batterio 'adotta' fram…

Il batterio che causa la…

Mylan supporta il progetto dell'…

Milano, 18 Dicembre 2012 …

Sono genetiche le cause del neur…

[caption id="attachment_1…

Luppolo, zenzero e bergamotto ef…

[caption id="attachment_7…

Tumore al polmone: dopo il fumo …

La 'Relazione sullo stato…

Dormire meno di sei ore a notte,…

Dormire meno di 6 ore aum…

AIRC, Università di Pavia: da 'v…

Vecchi antibiotici ritorn…

Sclerosi multipla: i geni respon…

[caption id="attachment_5…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Descritta la proteina essenziale per la trascrizione del DNA in mRNA

Un team di ricercatori dell’European Molecular Biology Laboratory di Grenoble e dell’Institute of Genetics and Molecular and Cellular Biology di Strasburgo ha descritto per la prima volta nei dettagli molecolari l’architettura centrale della TFIID, cioe’ della complessa proteina umana essenziale per la trascrizione del Dna in mRna.mrnatranslation
Lo studio pubblicato sulla rivista Nature apre nuove prospettive di studio della trascrizione e delle strutture e dei meccanismi di altri assemblaggi di multi-proteine coinvolti nella regolazione genica. Riuscendo a controllare la trascrizione del Dna in Rna messaggero, la TFIID e’ una proteina fondamentale per la determinazione dell’espressione dei geni nelle nostre cellule. Nonostante il suo ruolo cruciale si sa molto poco circa la sua architettura.


La TFIID e’ presente a livelli molto bassi nelle cellule ed e’ un complesso proteico grande composto da venti sub-unita’: una combinazione che ha reso difficile nel tempo decifrare la sua struttura e le sue funzioni nel dettaglio molecolare.[one_fourth last=”no”]

leisure_150x150.gif
[/one_fourth] Il nuovo studio ha utilizzato la strategia usata dai coronavirus quando si replicano: producono catene proteiche molto lunghe che possono essere divise in proteine singole. Mimando questa tecnica, i ricercatori sono riusciti a creare abbondanti complessi di TFIID analizzati ad alta risoluzione combinando dati raccolti dalla cristallografia a raggi X con quelli provenienti dalla microscopia elettronica. Un’analisi rivoluzionaria che ha rivelato il funzionamento interno del nucleo complesso della TFIID umana con dettagli senza precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi