Cervello: nuova tecnica non inva…

Sviluppata una strategia …

Collagene addio: con muscolo del…

Addio collagene e simili?…

Sindrome di Down: ottenuto il pr…

La speranza è che le nuov…

Cuore: con gli innesti biodegrad…

Un innesto per arterie co…

Trapianti: staminali istruite pe…

[caption id="attachme…

Medicinali Omeopatici: in cresci…

Milano, 29 ottobre 2013 –…

Diabete di tipo 2: incidenza mag…

Stressarsi a lavoro potre…

Ansia e sedentarietà: due stati …

La sedentarietà non fa so…

Diabete e obesità: 12 ore di dig…

Per essere in forma e in …

Ecografo a domicilio: saranno su…

Medicina interna e diagno…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Stafilococco aureo: nuovo composto che si sta dimostrando efficace

Scoperto un nuovo composto chimico in grado di guarire topi infettati dallo stafilococco aureo (Mrsa), un microrganismo resistente alla meticillina, e da altri batteri estremamente dannosi e resistenti. stafilococco_aureoIl nuovo composto va a colpire un enzima che non si trova nelle cellule umane ma che e’ essenziale per la sopravvivenza del batterio.
La ricerca della University of Illinois e’ stata pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.
L’enzima si chiama Upps ed e’ importate perche’ e’ coinvolto nella biosintesi delle pareti cellulari del batterio.


I ricercatori hanno testato il loro composto contro l’Upps e hanno registrato un effetto mille volte superiore a quello che, solitamente, ottengono gli antibiotici andando a colpire un altro enzima coinvolto nella costruzione delle pareti cellulari, l’Fpps. “Siamo anche riusciti ad aumentare l’effetto della meticillina contro lo stafilococco aureo”, ha spiegato Eric Oldfield, principale autore dello studio. I ricercatori hanno testato il nuovo farmaco su 20 topi affetti da Mrsa, e tutti sono sopravvissuti all’infezione del batterio.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi