150 convegni in tutta Italia per…

Assogenerici, al via la…

Protesi neuromuscolari: possibil…

L'intenzione di movimento…

Antibiotici che mettono a rischi…

Alcuni tipi di antibiotic…

Tumori: importante la permeabili…

La permeabilita' intestin…

Artrite: uno studio rivela i mec…

Alleviare il dolore conse…

Metabolismo: la proteina che all…

L'attivazione indotta del…

Malattie epatiche: l'ormone grel…

[caption id="attachment_6…

Antibiotici prima dei 6 mesi di …

Trattare i bambini molto …

Distrofia di Duchenne: anche un …

[caption id="attachment_1…

Diagnosi preimpianto per diventa…

Diventare genitori grazi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Contro la leishmaniosi cutanea arriva una crema antibiotica

Una nuova crema antibiotica produce ottimi risultati nel trattamento della leishmaniosi cutanea. Il prodotto mostra alti tassi di guarigione e pochi effetti collaterali. leishmaniosiLa crema antibiotica e’ stata realizzata da un team internazionale di ricercatori coordinati dallo U.S. Army Medical Research and Materiel Command. I pazienti affetti da leishmaniosi cutanea trattati sperimentalmente con la nuova terapia hanno mostrato livelli incoraggianti di guarigione e trascurabili effetti collaterali. I risultati della ricerca sono disponibili sul New England Journal of Medicine. La leishmaniosi cutanea e’ una malattia parassitaria che provoca lesioni deturpanti e mette a rischio la salute di 350 milioni di persone in tutto il mondo con 1,5 milioni di nuovi casi ogni anno.


La patologia attacca con notevole frequenza i soldati in servizio all’estero e le popolazioni che vivono in condizioni socio-economiche svantaggiate nei paesi in via di sviluppo, in particolare i bambini. “Poter contare su una semplice crema antibiotica per curare questa malattia e’ una grande conquista” ha spiegato il maggiore Mara Kreishman-Deitrick, product manager della U.S. Army Medical Materiel Development Activity “soprattutto perche’ oggi chi si ammala di leishmaniosi deve essere ricoverato per settimane in un centro medico e ricevere trattamenti dolorosi e tossici” .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi