Lo sport migliora la potenza e l…

L'esercizio fisico contra…

Alzheimer: lunghe dormite per ri…

Dormire di piu' riduce le…

Emergenza 2015, il 50% degli ita…

Le ricerche ‘Made in Ital…

Celiachia: una nuova mappa mondi…

Delinea una nuova epidemi…

Tecnica inglese per riparare i t…

Lesioni tendinee curate c…

Terapie per la fertilità non min…

Le terapie per la fer…

Equivalenti leva fondamentale pe…

La relazione annuale dell…

Annunciati i vincitori della pri…

Eccezionale il succe…

Il cranio umano: la reale evoluz…

Gli antropologi hanno a l…

Occhiali speciali per non vedent…

Un paio di occhiali speci…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

I farmaci per il sistema cardiovascolari i più usati. Vertiginoso aumento antidepressivi

I farmaci per il sistema cardiovascolare sono stati quelli piu’ consumati (469,6 dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti) e hanno costituito anche la maggiore voce di spesa (49,9 euro pro capite), secondo il Rapporto sull’uso dei farmaci in Italia, presentato oggi. farmaci_cardiovascolariIn questa categoria, per quanto riguarda i farmaci distribuiti dalle farmacie pubbliche e private, rientrano le statine, utilizzate per trattare l’ipercolesterolemia, la cui spesa e’ risultata pari a 9,5 euro pro capite e gli ACE-inibitori, utilizzati come antipertensivi, il cui consumo e’ stato pari a 116,1 dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti. La seconda categoria per consumo e’ risultata quella dei farmaci per l’apparato gastrointestinale e metabolismo con 168,2 dosi giornaliere prescritte ogni mille abitanti e una spesa pari a 29,1 euro procapite.


In questo tipo di analisi, relativamente ai farmaci distribuiti dalle farmacie pubbliche e private, rientrano gli inibitori della pompa protonica, indicati nel trattamento di patologie gastrointestinali e in crescita in termini di prescrizione in ambito territoriale (+8,6%) a fronte di una contrazione della spesa (-1,7%). I farmaci del sangue ed organi emopoietici hanno occupato il terzo posto per quantita’ prescritte (162 dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti) con una spesa pari a 21,8 euro pro capite. I farmaci del sistema nervoso centrale (SNC) sono risultati invece al quarto posto per prescrizione (78,7 dosi giornaliere per 1.000 abitanti), e al quinto posto per spesa pubblica (24 euro pro capite).[one_fourth last=”no”]

Zalando.it: -10%
[/one_fourth] Gli antidepressivi, nell’ambito della spesa convenzionata (farmaci erogati dal SSN attraverso le farmacie pubbliche e private) sono stati la categoria maggiormente prescritta. In particolare, gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) sono stati i medicinali utilizzati con maggiore frequenza (27,3 dosi ogni 1.000 abitanti) e i secondi in termini di spesa tra quelli del sistema nervoso centrale. Una molecola appartenente agli SSRI, l’escitalopram, si e’ posizionata nell’elenco dei primi trenta principi attivi che hanno inciso maggiormente sulla spesa farmaceutica convenzionata.

L’elenco delle categorie maggiormente prescritte ha visto, infine, al quinto posto i farmaci per l’apparato respiratorio con 51,2 dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti. A tale categoria appartengono gli antiasmatici, anticolinergici e i glicocorticoidi, indicati nel trattamento della broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO) e dell’asma.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x