Ictus: in arrivo nuovi farmaci e…

Stanno per arrivare a…

Chip terapeutici, che si dissolv…

Costruiti con componenti …

Bayer “reinventa” Aspirina contr…

Dalla ricerca Bayer arriv…

8° Congresso Nazionale Associazi…

· Aumento incidenza …

Mamma, vado all’asilo. Tutti i c…

Decidere di mandare un ba…

Lo sviluppo sociale dei neonati …

Accarezzare gentilmente u…

Linee di condotta per la profila…

Roma, 26 novembre 2013 –…

La strana correlazione tra anore…

Le ragazze con anores…

Schizofrenia: la fondata efficac…

Un nuovo studio pubblicat…

CNR: spirometria, confermato il …

Lo screening precoce sui …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Rabbia: contro l’infezione arrivano anticorpi prodotti dalle foglie di tabacco

Puo’ una pianta di tabacco offrire una terapia contro la rabbia? Si’, se si tratta di una pianta di tabacco geneticamente modificata capace di produrre anticorpi utili a fronteggiare la malattia infettiva che colpisce gli animali e puo’ essere trasmessa all’uomo. zoonosiLa scoperta e’ di una nuova ricerca della Hotung Molecular Immunology Unit dell’Universita’ di Londra pubblicata sul FASEB Journal. Il team di ricercatori ha creato una pianta di tabacco transgenica che produce un anticorpo monoclonale che neutralizza il virus della rabbia.


Il nuovo anticorpo agisce impedendo al virus di attaccare le terminazioni nervose che circondano il punto del corpo colpito dal morso infetto, bloccandone il viaggio verso il cervello. “La rabbia continua ad uccidere migliaia di persone in tutto il mondo in via di sviluppo ogni anno” ha spiegato Leonard Both, autore principale dello studio. “L’infezione non trattata e’ fatale quasi nel cento per cento dei casi. La nostra ricerca e’ riuscita a creare un’alternativa di trattamento a basso costo attraverso la coltivazione di una pianta di tabacco geneticamente modificata che produce anticorpi che saranno utili a prevenire la diffusione della malattia nei paesi a basso reddito e in via di sviluppo”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi