I ricordi 'motori' custoditi in …

[caption id="attachment…

La capacità sensoriale di anfib…

[caption id="attachment_2…

Infertilita' maschile: simposio …

IX CONGRESSO DELLA SOCIET…

Medicitalia.it premia gli specia…

57mila richieste di consu…

Tumori: all’Ospedale di Pesaro r…

Più del 50% dei pazie…

Alzheimer: decisiva l'iperintens…

Scoperto un ulteriore fa…

AriSla: ricerca USA-Italia su ba…

Il lavoro, che apre la st…

Cellule staminali da cordone omb…

[caption id="attachment_6…

Eventi cardiaci: allo studio la …

I geni hanno un ruolo nel…

Cardiopatie: nuove cure potrebbe…

L’idrogeno solforato, not…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vaccini: ottimo un ceppo modificato della salmonella per la somministrazione di antigeni


Un ceppo di Salmonella modificato potrebbe essere utilizzato per somministrare efficientemente gli antigeni, gli ingredienti chiave dei vaccini nelle cellule umane. I batteri della Salmonella usano aghi nanoscopici per iniettare le proprie proteine nelle cellule ospiti, permettendo loro di sopravvivere e replicarsi all’interno di esse.salmonella_1Nel nuovo studio, pubblicato su mBio, gli scienziati hanno sfruttato questo meccanismo per portare delle particelle simili a quelle del vaccino nelle cellule del sistema immunitario, usando batteri modificati che non sono in grado di replicarsi e causare infezioni.

Gli scienziati dell’Imperial College di Londra, per capire come disarmare Salmonella preservando la funzione dei suoi aghi, hanno studiato gli effetti delle mutazioni in 32 geni che codificano le proteine che i batteri iniettano nelle cellule ospiti. In particolare, un ceppo con una combinazione di tre mutazioni aveva compromessa la sua capacita’ di replicarsi, ma era ancora in grado di iniettare antigeni nelle cellule ospiti e di innescare una forte risposta immunitaria.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi