Osservata 'in vivo' l'interazion…

[caption id="attachment_6…

Genoma: nuovo metodo per monitor…

Un team di ricercator…

SLA: un errore nella formazione …

Un errore nella formazion…

Telethon verso la terapia contro…

[caption id="attachment_1…

Ftalati in età pediatrica respon…

L'esposizione a sostanze …

Adiuvanti, la marcia in più dei …

  Adiuvanti e nuove t…

Come i batteri si adattano spont…

Un team internazionale di…

Tumore metastatico del colon: cu…

Con le terapie più indica…

Un nuovo composto per impedire l…

Buone news sul fronte vir…

TEVA veste le squadre giovanili …

Nasce “Teva Pallacanestro…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Bambini bilingue, cervello a “doppio canale”


I bambini bilingue utilizzano due “canali” separati del cervello per imparare le lingue, che quindi risultano della stessa difficolta’. Lo afferma uno studio pubblicato dall’International Journal of Bilingualism dell’universita’ statunitense di Ithaca. bilingueLo studio ha analizzato l’apprendimento delle lingue di cinque bambini bilingue anglo-spagnoli, confrontandolo con quello di cinque madrelingua inglesi e altrettanti spagnoli. Il risultato ha confermato l’ipotesi di partenza dello studio, cioe’ che per il cervello dei bambini le due lingue hanno la stessa difficolta’ e sono processate su “canali” diversi. “Mentre i bambini bilingue producono piu’ forme verbali complesse in spagnolo che in inglese – scrivono gli autori – il loro grado di approssimazione nelle due lingue e’ lo stesso.

Forse mentre imparano qualche ‘algoritmo interno’ stabilisce quanto sia necessario articolare i suoni per essere capiti in una determinata lingua. Inoltre non ci sono particolari differenze tra i bilingue e i monolingue, segno che nel cervello dei primi c’e’ una buona separazione tra i ‘canali’ dei due idiomi”. .

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x