Tessuti al microscopio in 3D: nu…

Nuova rivoluzione in arri…

Tè freddo, dissetante ed estivo,…

Fresco, dissetante, un pi…

Tumore al seno: 500 mila le donn…

Nel nostro Paese vivono p…

L'insonnia ed il suo volto

L'insonnia ha un impa…

Osteoporosi: studio corna di cer…

Dalle corna di cervo una …

About Pharma Digital Awards: “La…

Roma, 10 novembre 2014 – …

Farmaco anticolesterolo riduce e…

Il farmaco anti-colester…

Crollano i ricoveri per le compl…

Invariato invece il tas…

Superager, persone anziane col c…

Nonostante abbiano gia' s…

Contro l'Atrofia Muscolare Spina…

Certe malattie sono causa…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Bambini bilingue, cervello a “doppio canale”


I bambini bilingue utilizzano due “canali” separati del cervello per imparare le lingue, che quindi risultano della stessa difficolta’. Lo afferma uno studio pubblicato dall’International Journal of Bilingualism dell’universita’ statunitense di Ithaca. bilingueLo studio ha analizzato l’apprendimento delle lingue di cinque bambini bilingue anglo-spagnoli, confrontandolo con quello di cinque madrelingua inglesi e altrettanti spagnoli. Il risultato ha confermato l’ipotesi di partenza dello studio, cioe’ che per il cervello dei bambini le due lingue hanno la stessa difficolta’ e sono processate su “canali” diversi. “Mentre i bambini bilingue producono piu’ forme verbali complesse in spagnolo che in inglese – scrivono gli autori – il loro grado di approssimazione nelle due lingue e’ lo stesso.

Forse mentre imparano qualche ‘algoritmo interno’ stabilisce quanto sia necessario articolare i suoni per essere capiti in una determinata lingua. Inoltre non ci sono particolari differenze tra i bilingue e i monolingue, segno che nel cervello dei primi c’e’ una buona separazione tra i ‘canali’ dei due idiomi”. .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi