Nuova alleanza a sostegno di 100…

Bruxelles, 29 Novembre. È…

USA: protesi addio. Per il 90% d…

Roma, 21 febbraio 201…

I risultati di un’analisi combin…

Presentati al 49° Congres…

29 OTTOBRE 2009: V GIORNATA MOND…

Annunciato da Alice I…

Parere positivo per l’approvazio…

L’inibitore di DPP4 di Bo…

Descritta una nuova rara malatti…

Sebbene non abbia ancora …

Prevenzione morbillo, parotite, …

Roma, 30 marzo 2015 - Mor…

Epatite C: ignorata dagli italia…

Sono due milioni gli ital…

Tumori: sostanza in grado di ini…

ROMA, 11 APR - Messo a pu…

Iodio in gravidanza: carenza di …

Un minore quoziente i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Bambini bilingue, cervello a “doppio canale”


I bambini bilingue utilizzano due “canali” separati del cervello per imparare le lingue, che quindi risultano della stessa difficolta’. Lo afferma uno studio pubblicato dall’International Journal of Bilingualism dell’universita’ statunitense di Ithaca. bilingueLo studio ha analizzato l’apprendimento delle lingue di cinque bambini bilingue anglo-spagnoli, confrontandolo con quello di cinque madrelingua inglesi e altrettanti spagnoli. Il risultato ha confermato l’ipotesi di partenza dello studio, cioe’ che per il cervello dei bambini le due lingue hanno la stessa difficolta’ e sono processate su “canali” diversi. “Mentre i bambini bilingue producono piu’ forme verbali complesse in spagnolo che in inglese – scrivono gli autori – il loro grado di approssimazione nelle due lingue e’ lo stesso.

Forse mentre imparano qualche ‘algoritmo interno’ stabilisce quanto sia necessario articolare i suoni per essere capiti in una determinata lingua. Inoltre non ci sono particolari differenze tra i bilingue e i monolingue, segno che nel cervello dei primi c’e’ una buona separazione tra i ‘canali’ dei due idiomi”. .

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x