Innovazione in campo nutrizional…

Il test genetico e l’inte…

Diabete: quali sono i legami con…

Ci sarebbe un legame tra …

Arriva il contraccettivo dei cin…

[caption id="attachment_8…

Il meccanismo che decide la fine…

I ricercatori del Sanford…

Carenza di ferro e anemia: nel m…

Diete sbagliate e disturb…

Il colore dei capelli 'estratto'…

E' possibile grazie all'i…

Il Consiglio di Stato conferma c…

Roma, 11 marzo 2013 - “Fa…

Cervello: la precarietà della ma…

L'instabilita' della …

Quando il dentista è in vacanza …

Dal dottor Marco Turc…

Scoprire e trattare l’intolleran…

Milano, 16 dicembre 2013 …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Da cellule staminali a macrofagi


Alcuni biologi del California Institute of Technology sono riusciti a esaminare nel dettaglio il meccanismo che porta le cellule staminali indifferenziate del sangue a trasformarsi in macrofagi, le cellule immunitarie che attaccano i batteri e gli altri patogeni estranei.

macrofagi

macrofagi

Il processo, come si legge su ‘Science Express’, coinvolge un ciclo inatteso in cui la divisione delle cellule rallenta, portando a un accumulo di una particolare proteina regolatoria che a sua volta rallenta ulteriormente la divisione cellulare nella generazione dei macrofagi.
La scoperta potrebbe fornire nuovi indizi su come le cellule staminali siano indotte a generare un tipo di cellula piuttosto di un’altra. La proteina regolatoria coinvolta si chiama PU.1 ed e’ importante nella produzione di almeno quattro tipi diversi di cellule del sangue differenziate.

“I nostri risultati spiegano come le cellule staminali del sangue possono differenziarsi in macrofagi rallentando il proprio ciclo di divisione”, ha commentato Hao Yuan Kueh, fra gli autori dello studio.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!