Pediatria - Inaugurazione Aula D…

PATOLOGIE IN CALO E PATOL…

Fegato ottenuto da staminali rip…

Un 'fegato rudimentale', …

Obesità: individuati sette nuovi…

I geni responsabili del…

TEVA e ACTIVE BIOTECH: continua …

Gerusalemme & Lund, S…

ATS 2014 BPCO: primi dati di Fas…

San Diego, California (…

Anche l'uomo (e i mammiferi) ha …

Una piccola porzione del …

Diagnosi precoce infiammazioni: …

Saranno lanciate a Ottawa…

Tra i fumatori il rischio di ost…

Ci sono voluti 20 anni p…

Micosi unghie: sette milioni gli…

Sette milioni e mezz…

Visite ai malati non-stop e repa…

  Oltre a curare al megli…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Igiene delle mani, perché è importante tenerle pulite


L’igiene delle mani è fondamentale, specie d’estate e con il caldo quando il rischio di contaminazioni e infezioni è più alto per via della maggiore attività e diffusione batterica

Lavarsi bene le mani è sempre importante, in ogni stagione.
D’inverno spesso può fare la differenza quando vi è rischio di contagio influenzale, per esempio. Ma anche d’estate, quando con il calco proliferano maggiormente i batteri responsabili di diversi tipi d’infezioni: da quelle alimentari a quelle fecali, fungine e così via.hand-in-heart-2

Assicurarsi di aver pulito bene le mani è indispensabile dopo aver trascorso del tempo fuori, ed essere venuti in contatto con oggetti potenzialmente contaminati. Ma lo è soprattutto dopo essere stati per esempio in una toilette (magari in autogrill o in un qualsiasi altro locale pubblico). Questo è infatti ancora il punto dolente per la maggioranza delle persone: secondo un recente studio, infatti, sono ancora molte le persone che trascurano la sana abitudine di lavarsi correttamente le mani.

Lo studio, condotto su quasi 4.000 soggetti ha evidenziato come ancora il 60% delle persone non si lavano in modo corretto le mani.
Nello specifico, il 10,3% proprio non se le lava; il 22% se le lava, ma senza sapone e, infine, soltanto il 5,3% le lava per più di 15 secondi. Più indisciplinati sono risultati essere i maschi, con il 15% di essi che disdegna il lavaggio delle mani, contro il 7,1% delle femmine che evita accuratamente l’acqua.
E’ chiaro che a fronte di un contatto con agenti patogeni, il non lavarsi del tutto le mani, lavarle male o per poco tempo ci può esporre al serio rischio d’infezione.

Secondo gli esperti, è importante tenere le mani sotto il getto d’acqua per almeno 20 secondi, sfregandole bene e con l’aiuto del sapone. In questo modo possiamo essere più tranquilli ed evitare di rovinarci la salute e, se siamo in vacanza, anche quest’ultima.

I sintomi di un’infezione da germi patogeni come salmonella, E. coli e compagnia bella possono essere molto violenti e, in alcuni casi, richiedere anche il ricovero in ospedale. Ricordiamocelo la prossima volta che non abbiamo voglia di lavarci le mani.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi