Travaglio: induzione prematura m…

L’uso di favorire o ind…

Malaria: tuta insetticida a prot…

E' una tuta con cappuccio…

Vaccino HPV in Calabria: grazie …

Continua la campagna di O…

Nuovo filo da sutura con cellule…

[caption id="attachme…

Infarto: cellule staminali ed on…

Potrebbe risiedere nelle …

Tumori della laringe: chirurgia …

Intervenire chirurgicamen…

Cellule insuliniche: la meta del…

Una cura per il diabete d…

Anoressia e bulimia: campagna tr…

Presentata all'Agis la Ca…

Gastroenterite acuta: come si sc…

Scienziati di genetica mo…

L’operato di A.L.I.Ce. Italia on…

Cuneo, 14 Giugno 2011 - S…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Legame tra autismo e anticorpi materni


Un gruppo di ricercatori della University of California di Davis ha scoperto che l’esposizione prenatale a specifiche combinazioni di anticorpi che si trovano solo nelle madri di bambini autistici porta a cambiamenti nel cervello che danneggiano il comportamento e lo sviluppo. autismo_530Gli scienziati, a quanto si legge su Translational Psychiatry, hanno scoperto che gli anticorpi specifici immunoglobulina-G (IgG) che si trovano nella placenta durante la gravidanza hanno un impatto sullo sviluppo del cervello del feto, e possono portare a una forma di autismo che ora i ricercatori hanno chiamato Mar (maternal antibody-related). Si tratta di una forma di autismo che gli scienziati stimano rappresenti il 23 per cento di tutti i casi di questo disordine. Gli scienziati, studiando un gruppo di scimmie, hanno notato che la prole esposta a questi anticorpi presentava cambiamenti nel comportamento ma anche nello sviluppo del cervello, che era piu’ rapido nei maschi, rispetto al gruppo di controllo.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x