Gruppo Ictus Emiplegia Onlus, la…

Tra i servizi, una linea …

Fecondazione Eterologa: Raggiunt…

“Adesso è ufficiale. Sono…

Artrite reumatoide: l'uso di sta…

L'interruzione della tera…

Malaria: trovate proteine resist…

Una ricerca del Johns Ho…

Telethon dice stop alle emorragi…

[caption id="attachment_9…

Doppel: la proteina dai due volt…

[caption id="attachment_1…

Neuromielite ottica: effettuato …

Un trapianto di midollo c…

Uso di antibiotici e l'MRSA: ric…

Ricercatori che stavano s…

Premiate le foto vincitrici del …

Centinaia gli iscritti al…

Stress ossidativo: Telethon svel…

Dalla ricerca Telethon su…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Legame tra autismo e anticorpi materni


Un gruppo di ricercatori della University of California di Davis ha scoperto che l’esposizione prenatale a specifiche combinazioni di anticorpi che si trovano solo nelle madri di bambini autistici porta a cambiamenti nel cervello che danneggiano il comportamento e lo sviluppo. autismo_530Gli scienziati, a quanto si legge su Translational Psychiatry, hanno scoperto che gli anticorpi specifici immunoglobulina-G (IgG) che si trovano nella placenta durante la gravidanza hanno un impatto sullo sviluppo del cervello del feto, e possono portare a una forma di autismo che ora i ricercatori hanno chiamato Mar (maternal antibody-related). Si tratta di una forma di autismo che gli scienziati stimano rappresenti il 23 per cento di tutti i casi di questo disordine. Gli scienziati, studiando un gruppo di scimmie, hanno notato che la prole esposta a questi anticorpi presentava cambiamenti nel comportamento ma anche nello sviluppo del cervello, che era piu’ rapido nei maschi, rispetto al gruppo di controllo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi