Sonno: sei ore a notte insuffici…

Perdita di brillantezza d…

Artroplastica: decorso post-oper…

Nonostante il crescente r…

Dal 14 al 17 Dicembre a Roma tor…

Quattro giorni all'insegn…

Cellule staminali per curare ulc…

Le cellule staminali per …

Novita' su comorbidita' e ricerc…

[caption id="attachme…

Trapianto di reni: migliori gli …

Rispetto a lunghe e frequ…

Via libera all'eterologa: soddis…

La donazione dei gameti r…

Una nuova analisi dimostra che i…

• Nello studio, il tempo …

Le origini del bene e del male -…

[caption id="attachment_5…

Esami di imaging fanno lievitare…

Gli esami di imaging sono…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Legame tra autismo e anticorpi materni


Un gruppo di ricercatori della University of California di Davis ha scoperto che l’esposizione prenatale a specifiche combinazioni di anticorpi che si trovano solo nelle madri di bambini autistici porta a cambiamenti nel cervello che danneggiano il comportamento e lo sviluppo. autismo_530Gli scienziati, a quanto si legge su Translational Psychiatry, hanno scoperto che gli anticorpi specifici immunoglobulina-G (IgG) che si trovano nella placenta durante la gravidanza hanno un impatto sullo sviluppo del cervello del feto, e possono portare a una forma di autismo che ora i ricercatori hanno chiamato Mar (maternal antibody-related). Si tratta di una forma di autismo che gli scienziati stimano rappresenti il 23 per cento di tutti i casi di questo disordine. Gli scienziati, studiando un gruppo di scimmie, hanno notato che la prole esposta a questi anticorpi presentava cambiamenti nel comportamento ma anche nello sviluppo del cervello, che era piu’ rapido nei maschi, rispetto al gruppo di controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi