Gruppo Ictus Emiplegia Onlus, la…

Tra i servizi, una linea …

Fecondazione Eterologa: Raggiunt…

“Adesso è ufficiale. Sono…

Artrite reumatoide: l'uso di sta…

L'interruzione della tera…

Malaria: trovate proteine resist…

Una ricerca del Johns Ho…

Telethon dice stop alle emorragi…

[caption id="attachment_9…

Doppel: la proteina dai due volt…

[caption id="attachment_1…

Neuromielite ottica: effettuato …

Un trapianto di midollo c…

Uso di antibiotici e l'MRSA: ric…

Ricercatori che stavano s…

Premiate le foto vincitrici del …

Centinaia gli iscritti al…

Stress ossidativo: Telethon svel…

Dalla ricerca Telethon su…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Rigenerazione dei tessuti da cellule staminali gengivali


Nuove ricerche della International and American Associations for Dental Research hanno mostrato che le cellule staminali gengivali potrebbero essere usate per la rigenerazione dei tessuti. Lo studio e’ stato pubblicato sul ‘Journal of Dental Research’. Quello della gengiva rappresenta un tessuto molle unico che funge da barriera biologica coprendo la cavita’ orale mascellare superiore e inferiore.

cellule staminali embrionali

cellule staminali embrionali

Recentemente, e’ stato scoperto che le gengive contengono cellule staminali mesenchimali (GMSC).
n questo studio, Songtao Shi della University of Southern California hanno dimostrato che circa il 90 per cento delle GMSC delle gengive deriva dalla cresta neurale cranica e il 10 per cento dal mesoderma. Quando trapiantate in topi con colite indotta da destrano solfato di sodio, le cellule mesenchimali derivate dalla cresta neurale hanno mostrato effetti benefici nel migliorare la malattia infiammatoria superiori rispetto a quelle derivate dal mesoderma.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi