Riforma degli Ordini: occasione …

"Non è pensabile che dopo…

Alzheimer: una risonanza potrebb…

Con una risonanza al cerv…

Riprendere peso ed effetto yoyo:…

Una sola proteina, la ver…

Dolore: cresce del 15% il consum…

Si concludono oggi le pri…

Gambe senza riposo: dagli oppioi…

La “Restless Legs Syndrom…

Acido folico e Vitamina B12 prev…

L’assunzione di acido fol…

Cinque volti della nevralgia si …

Bruciante, formicolante, …

Come il cervello "legge", preved…

Tecniche di risonanza mag…

Addio, Renato Dulbecco, protagon…

Con Renato Dulbecco scomp…

Scompenso cardiaco: l'Universita…

Sono stati scoperti i mec…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Rigenerazione dei tessuti da cellule staminali gengivali


Nuove ricerche della International and American Associations for Dental Research hanno mostrato che le cellule staminali gengivali potrebbero essere usate per la rigenerazione dei tessuti. Lo studio e’ stato pubblicato sul ‘Journal of Dental Research’. Quello della gengiva rappresenta un tessuto molle unico che funge da barriera biologica coprendo la cavita’ orale mascellare superiore e inferiore.

cellule staminali embrionali

cellule staminali embrionali

Recentemente, e’ stato scoperto che le gengive contengono cellule staminali mesenchimali (GMSC).
n questo studio, Songtao Shi della University of Southern California hanno dimostrato che circa il 90 per cento delle GMSC delle gengive deriva dalla cresta neurale cranica e il 10 per cento dal mesoderma. Quando trapiantate in topi con colite indotta da destrano solfato di sodio, le cellule mesenchimali derivate dalla cresta neurale hanno mostrato effetti benefici nel migliorare la malattia infiammatoria superiori rispetto a quelle derivate dal mesoderma.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x