Malattie uomo-donna: differenze …

ROMA - L'ansia e la depre…

E’ nata WAIDID, l'Associazione M…

il debutto al Summit di…

Misurazioni cerebrali: ricercato…

I ricercatori in Finlandi…

Il processo di generazione di nu…

[caption id="attachment_2…

Abiraterone acetato: aumenta sig…

[caption id="attachme…

Ottenuta albumina umana da chicc…

Un team di ricercatori ci…

Calcoli alla colecisti, un probl…

Calcoli alla colecisti, u…

Nelle insuline ‘con il cervello’…

Le ultime ricerche vann…

Cancro al fegato: vaccino vaiolo…

- Un farmaco ottenuto d…

Presbiopia: si può curare col la…

Mantenere giovane la vist…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Rigenerazione dei tessuti da cellule staminali gengivali


Nuove ricerche della International and American Associations for Dental Research hanno mostrato che le cellule staminali gengivali potrebbero essere usate per la rigenerazione dei tessuti. Lo studio e’ stato pubblicato sul ‘Journal of Dental Research’. Quello della gengiva rappresenta un tessuto molle unico che funge da barriera biologica coprendo la cavita’ orale mascellare superiore e inferiore.

cellule staminali embrionali

cellule staminali embrionali

Recentemente, e’ stato scoperto che le gengive contengono cellule staminali mesenchimali (GMSC).
n questo studio, Songtao Shi della University of Southern California hanno dimostrato che circa il 90 per cento delle GMSC delle gengive deriva dalla cresta neurale cranica e il 10 per cento dal mesoderma. Quando trapiantate in topi con colite indotta da destrano solfato di sodio, le cellule mesenchimali derivate dalla cresta neurale hanno mostrato effetti benefici nel migliorare la malattia infiammatoria superiori rispetto a quelle derivate dal mesoderma.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!