Chiralità delle molecole: un nuo…

Un gruppo di ricercator…

Epatite A: vaccino su infanti co…

La vaccinazione contro il…

I ganglii cerebrali della voraci…

I neuroni di una regione …

PEARSON ITALIA E FONDAZIONE TELE…

Il gruppo editoriale lead…

I dati AIFA sulla spesa conferma…

Roma, 14 luglio 2014 - “L…

Influenza: quando batteri e viru…

[caption id="attachment_5…

Pesticidi e tumore al midollo os…

[caption id="attachment_1…

Cellule staminali contro il tumo…

Il cervello 'bambino' e' …

Scoperto un nuovo ormone cortico…

[caption id="attachment_8…

Incidenti domestici: tra le prim…

Stress e scarsa conoscenz…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ictus: migliora grado di attenzione con giochi di brain training


La maggioranza delle persone che hanno subito un ictus sviluppa disturbi dell’attenzione, un problema che potrebbe essere affrontato allenando il cervello con i giochi di brain-training per il computer. Lo ha scoperto un nuovo studio dell’Imperial College di Londra: distrazioni facili, difficolta’ a seguire le istruzioni e diminuzione della vigilanza sono estremamente comuni tra i pazienti con ictus.ictus La ricerca, pubblicata su Neurology, svela che si tratta di problemi sui quali e’ possibile intervenire efficacemente. In primis partendo dalla diagnosi. L’indagine ha, infatti, dimostrato che scansioni cerebrali e test del sangue possono essere utilizzati per diagnosticare queste tre tipologie di deficit dell’attenzione, ognuna delle quali potrebbe essere trattata con giochi per computer creati su misura per le esigenze del paziente.

“Abbiamo scoperto – ha spiegato Paul Bentley, autore senior della ricerca – che i giochi di brain training permettono ai pazienti con ictus di recuperare i deficit. Un dato importante, considerando che piu’ della meta’ dei pazienti con ictus riporta qualche forma di problema di attenzione”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!