Tessuti al microscopio in 3D: nu…

Nuova rivoluzione in arri…

Tè freddo, dissetante ed estivo,…

Fresco, dissetante, un pi…

Tumore al seno: 500 mila le donn…

Nel nostro Paese vivono p…

L'insonnia ed il suo volto

L'insonnia ha un impa…

Osteoporosi: studio corna di cer…

Dalle corna di cervo una …

About Pharma Digital Awards: “La…

Roma, 10 novembre 2014 – …

Farmaco anticolesterolo riduce e…

Il farmaco anti-colester…

Crollano i ricoveri per le compl…

Invariato invece il tas…

Superager, persone anziane col c…

Nonostante abbiano gia' s…

Contro l'Atrofia Muscolare Spina…

Certe malattie sono causa…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La quantità di sale tollerata dal nostro corpo è determinata biologicamente


La quantita’ di sale che il nostro organismo pretende quotidianamente e’ definita dalla biologia naturale del corpo: un’esigenza innata che tollera un range di assunzione quotidiana di sodio prevedibile e ristretto (da circa 2600 a circa 4800 milligrammi al giorno).  Una gamma che sembra sia rimasta costante negli ultimi cinquant’anni in almeno quarantacinque paesi, in barba alle sfide portate avanti dalle politiche salutari. Lo ha scoperto un nuovo studio dal titolo “Normal Range of Human Dietary Sodium Intake: A Perspective Based on 24-hour Urinary Sodium Excretion Worldwide”. “I nostri dati dimostrano chiaramente che l’assunzione di sodio tra gli esseri umani si colloca all’interno di un range relativamente normale definito dalle necessita’ fisiologiche e biologiche dell’organismo piuttosto che dal cibo” ha spiegato il leader dell’indagine David McCarron dell’Universita’ della California. “Le future politiche sanitarie e le linee guida dovrebbero essere sviluppate, basandosi su questi intervalli biologicamente determinati”. In pratica, non importa diminuire il sale a tavola, dato che non ridurrebbe ugualmente il nostro bisogno fisiologico di sodio.

La ricerca, pubblicata sull’American Journal of Hypertension, dimostra dunque che le ultime linee guida per l’assunzione di sale statunitensi sono ben al di sotto dei bisogni umani.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi