MAL DI SCHIENA: ARRIVA “MINOSSE…

Mitologia classica e tecn…

Influenza A: statine attenuano g…

Un nuovo studio Usa sugge…

Zucchero e selenio amici del cuo…

Roma, 30 dic - Zuccheri c…

Stress: compromettente per le co…

Nuove scoperte sui meccan…

Assistenza circolatoria: impiant…

E' stato effettuato a Rom…

Gravidanza: acido folico ideale …

Integratori di ferro…

Sclerosi Multipla progressiva: u…

Una molecola da speriment…

Fumo passivo e l'aumento di inci…

Tra i neonati, il fumo pa…

Cervello: funzionalità legata ai…

I livelli di acidità nell…

Ictus in gravidanza: nuovo studi…

Quello che dovrebbe ess…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Diabete: l’aumento di acidi grassi inibisce la secrezione dell’ormone insulina

I pazienti affetti da diabete di tipo 2 mostrano livelli maggiori di glucosio e acidi grassi, che portano allo sviluppo di complicazioni della malattia.


Negli individui sani, le cellule beta all’interno delle isole pancreatiche rilasciano insulina in risposta al glucosio e alle incretine, ormoni gastrointestinali. Il coordinamento tra le cellule beta e’ cruciale per il rilascio dell’insulina. Adesso un nuovo studio pubblicato sul ‘Journal of Clinical Investigation’ ha dimostrato che queste interazioni sono fondamentali per la secrezione di insulina nelle isole umane e sono regolate dalle incretine. diabeteLa ricerca, condotta da David Hodson dell’Imperial College London, ha scoperto che livelli aumentati di acidi grassi sopprimono il rilascio di insulina mediato dalle incretine. I risultati indicano che le terapie finalizzate al mantenimento della connettivita’ tra le cellule beta potrebbero essere utili a ripristinare gli equilibri del glucosio nel diabete di tipo 2.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!