Parkinson: prodotti nuovi neuron…

Evitando la riconversione…

L'aquipe del Professor De Lisa c…

Ospedale Santissima Tri…

Merck Serono inaugura i nuovi la…

investiti oltre 12 milion…

Metastasi tumorali: creato un mi…

Uno degli aspetti più per…

Tumori del seno: è più efficace …

L'ABT-737 è un innovativo…

Emendamento n° 1.2975 al DDL sta…

Roma, 16 dicembre 2013. L…

Convegno “Ambiente è Salute – In…

Roma, 25 ottobre 2011 - G…

Diatomee marine: il successo evo…

Nonostante la loro onnipr…

La longevità ereditata per via n…

Si tratta della prima dim…

Ictus: un nemico speciale per le…

29 OTTOBRE 2014 LA GIORN…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infarto: cure farmacologiche efficaci se seguite ed eseguite bene

Dopo un attacco di cuore i farmaci preventivi che vengono prescritti, dalle statine ai beta bloccanti, devono essere presi tutti e seguendo le indicazioni del medico, altrimenti si perde il loro effetto.


Lo afferma uno studio pubblicato dall’American Heart Journal del Brigham and Women’s Hospital di Boston. I ricercatori hanno confrontato un gruppo di pazienti che pagavano per le medicine con uno di persone a cui venivano date gratis, scoprendo che questi ultimi erano quelli che seguivano piu’ strettamente le terapie prescritte.   Dividendo i pazienti secondo l’aderenza alle prescrizioni e’ emerso che chi segue le indicazioni ha una probabilita’ inferiore del 23 per cento degli altri di avere un nuovo ricovero legato a cause cardiache. “Ci sono molti motivi per cui le persone non seguono le terapie, dal costo agli effetti collaterali -scrivono gli autori – ma dovrebbero farlo, perche’ un’aderenza parziale mina l’efficacia di tutta la terapia”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!