I trapianti senza trasfusione ne…

La strada verso trapianti…

A Ponsacco consigli utili per pr…

“Gastroinforma”, la campa…

Campagna UE di prevenzione contr…

Lussemburgo, 14 gen. - In…

Cervello: trovato un nesso tra m…

Un gruppo di scienziati d…

Il gene per il linguaggio

Gli esseri umani condivid…

Una variante genica aumenta il r…

[caption id="attachme…

Giornata Mondiale della Malattia…

Roma, 19 settembre 2016 –…

Inoltrata all’FDA la domanda sup…

·      Il dosaggio vasc…

Epatite C: piccola mutazione gen…

[caption id="attachment_7…

Antidolorifico da banco efficace…

Una nuova meta-analisi pu…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infarto: cure farmacologiche efficaci se seguite ed eseguite bene

Dopo un attacco di cuore i farmaci preventivi che vengono prescritti, dalle statine ai beta bloccanti, devono essere presi tutti e seguendo le indicazioni del medico, altrimenti si perde il loro effetto.


Lo afferma uno studio pubblicato dall’American Heart Journal del Brigham and Women’s Hospital di Boston. I ricercatori hanno confrontato un gruppo di pazienti che pagavano per le medicine con uno di persone a cui venivano date gratis, scoprendo che questi ultimi erano quelli che seguivano piu’ strettamente le terapie prescritte.   Dividendo i pazienti secondo l’aderenza alle prescrizioni e’ emerso che chi segue le indicazioni ha una probabilita’ inferiore del 23 per cento degli altri di avere un nuovo ricovero legato a cause cardiache. “Ci sono molti motivi per cui le persone non seguono le terapie, dal costo agli effetti collaterali -scrivono gli autori – ma dovrebbero farlo, perche’ un’aderenza parziale mina l’efficacia di tutta la terapia”.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x