Dal liquido amniotico prelevare …

[caption id="attachme…

Boehringer Ingelheim ha sottomes…

• La prima sottomiss…

Ftalati in età pediatrica respon…

L'esposizione a sostanze …

Termites' digestive system could…

One of the peskiest h…

Dall'ormone della fame un aiuto …

Scoperta una nuova via me…

Herpes zoster: studi lo consider…

[caption id="attachme…

Glioblastoma: studio del CNR spi…

È un tumore cerebrale che…

Ospedali di qualità a misura di …

Esce oggi il nuovo bando …

L’Italia dice addio alla fenform…

L’allarme, lanciato …

Pillole con estradiolo naturale:…

Contraccezione orale su m…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Invecchiamento cellulare accelerato dalla depressione

Le persone affette da disturbo depressivo maggiore possono mostrare segni di invecchiamento biologico accelerato, secondo un nuovo studio pubblicato su ‘Molecular Psychiatry’ e promosso da Josine Verhoeven del VU University Medical Center di Amsterdam.


Di conseguenza i pazienti depressi hanno piu’ possibilita’ di sviluppare malattie legate anche all’invecchiamento, come cancro, diabete, obesita’ e patologie cardiache. In pratica, le condizioni di stress emotivo prodotte dalla depressione possono avere un impatto sull’usura fisica dell’organismo di un individuo. L’invecchiamento cellulare e’ stato quantificato analizzando la lunghezza dei telomeri di 1.095 pazienti con disturbo depressivo maggiore, di 802 persone guarite dalla malattia e di 510 individui sani. I risultati, corretti per stili di vita e salute variabili suggeriscono che la lunghezza dei telomeri e’ piu’ breve tra le persone che hanno vissuto l’esperienza delle depressione. Sia la maggiore gravita’ del disturbo sia la durata dei sintomi sono state associate a una lunghezza piu’ breve dei telomeri. La ricerca indica che l’invecchiamento cellulare di chi soffre di depressione si accelera di diversi anni.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!